Blitz nel salernitano

Avatar utente
Filly
Messaggi: 4972
Iscritto il: lun giu 04, 2007 12:18 pm
Regione: puglia
Località: Puglia
Contatta:

Blitz nel salernitano

Messaggioda Filly » dom lug 01, 2012 3:13 pm

Salerno, feroci tartarughe azzannatrici a casa di un manager
Blitz della Forestale nella villa di un noto manager del salernitano, al centro di un traffico illecito di tartarughe. Tra le 20 sequestrate ci sono specie protette considerate pericolose.

SALERNO - “Non sapevo si trattasse di animali particolari”. E' con queste parole che un noto e facoltoso manager del salernitano, come riporta l'agenzia di stampa Geapress, ha tentato di giustificarsi al Nucleo Operativo CITES di Salerno su un presunto traffico di tartarughe allestito nella sua villa. Le indagini sono state avviate grazie alla segnalazione di un privato al Corpo Forestale dello Stato, che dopo alcuni controlli incrociati e la perquisizione in una casa popolare di Pontecagnano Fagnano (Salerno) ha scoperto il recinto con le tartarughe proprio all'ingresso della proprietà dell'uomo. Secondo i rilievi gli animali sarebbero stati prelevati in natura sia in Sardegna che in Tunisia e venivano venduti per cifre variabili intorno agli 800 Euro. Non si escludono altre provenienze dato che l'illecito scoperto a Salerno e provincia sarebbe un vero e proprio crocevia del commercio illegale. Del resto fra gli esemplari sequestrati, oltre ad alcune tartarughe di terra o di Herman (Testudo hermanni) e tartarughe marginate (Testudo marginata), sono state trovate anche tartarughe azzannatrici (Famiglia Chelydra), rettili dei quali in Italia è proibita la detenzione e la vendita poiché ritenuti “pericolosi per l'incolumità e la salute pubblica”. Queste tartarughe, originarie del continente americano, si stanno diffondendo in Europa a causa di acquirenti (illegali) che accorgendosi di non riuscire ad accudire animali di questo genere – possono arrivare a pesare 40 chilogrammi - li liberano in laghi, stagni e torrenti del Vecchio Continente. Oltre al reato di detenzione e compravendita di animali protetti e pericolosi queste persone provocano anche un gravissimo danno ecologico, poiché queste tartarughe intraprendenti ed aggressive riescono a soppiantare facilmente le specie autoctone, spesso animali a serio rischio di estinzione. Proprio alcuni giorni fa è stato trovato un grosso esemplare di tartaruga alligatore in una risaia del milanese, sicuramente lasciata in loco da qualche incauto “proprietario”. Il Nucleo Operativo CITES, costola del Corpo Forestale dello Stato, si occupa di proteggere flora e fauna in via di estinzione tutelate dalla Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione (CITES): il blitz di Salerno potrebbe aver aperto una finestra su uno dei traffici illeciti più importanti di animali in pericolo.

Fonte: http://www.net1news.org/salerno-feroci- ... nager.html
Allegati
tartaruga_azzannatrice.jpg
tartaruga_azzannatrice.jpg (39.02 KiB) Visto 563 volte

Torna a “Tarta News dal mondo”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti