Costruzione ed allestimento di un nuovo terrario x esotiche

Avatar utente
VincenzoC
Messaggi: 1563
Iscritto il: mar set 30, 2008 7:48 am
Località: Milano
Contatta:

Re: Costruzione ed allestimento di un nuovo terrario x esotiche

Messaggioda VincenzoC » lun dic 14, 2009 6:39 pm

purtroppo tenere il terrario in un garage non riscaldato ti darà grossi problemi e grossi rischi per le tue testuggini, proprio non hai una ltro posto, l'ideale sarebbe una mansarda dalla quale potrebbe entrare almeno luce naturale, anche il problema qualità della luce non è da sottovalutare, e se le tieni in un ambiente buio devi acquistare delle lampade che emettano una ottima qualità di luce per il benessere delle ns. beneamate.

Avatar utente
Tortugo
Messaggi: 6656
Iscritto il: lun nov 20, 2006 6:09 pm
Località: Lazio

Re: Costruzione ed allestimento di un nuovo terrario x esotiche

Messaggioda Tortugo » lun dic 14, 2009 11:16 pm

Effettivamente la scelta del luogo influenza molto tutto il resto!

Andrea Tani
Messaggi: 77
Iscritto il: mar set 02, 2008 10:14 am
Località: Emilia Romagna

Re: Costruzione ed allestimento di un nuovo terrario x esotiche

Messaggioda Andrea Tani » lun dic 14, 2009 11:30 pm

VincenzoC ha scritto:purtroppo tenere il terrario in un garage non riscaldato ti darà grossi problemi e grossi rischi per le tue testuggini, proprio non hai una ltro posto, l'ideale sarebbe una mansarda dalla quale potrebbe entrare almeno luce naturale, anche il problema qualità della luce non è da sottovalutare, e se le tieni in un ambiente buio devi acquistare delle lampade che emettano una ottima qualità di luce per il benessere delle ns. beneamate.

Piacerebbe anche a me tenerle al sole tutto l'anno, ma nella mia zona in inverno o piove o nevica o al massimo c'è nebbia...
Io utilizzo una lampada hai vapori di mercurio della zoo med powersun uvb da 160W, l'ho posizionata a 45-50cm da terra.
Per la mansarda mi hai dato un idea, avrei un ampio spazio per le tarte, ora è inutilizzata... ma prima dovrò fare delle modifiche strutturali alla casa, in questo momento per salire lassu devo frequentare un corso di yoga.. ;-)
Luca-VE, grazie per il tuo intervento... effettivamente prima di iniziare tutto potevo pensare meglio dove tenere il terrarrio.
ma non ho molte alternative in questo momento.. oggi nel garage-capanno ho misurato 12,5°C mentre fuori nevicava...

Il terrarrio è finito, oggi ho messo le ante scorrevoli di pexiglas.
Domani metto le foto con tutti i dettagli... ho notato comunque che la prospettiva inganna.. in foto il terrarrio sembra piccolo piccolo ed anche un pò sbilenco...
Oggi ho acceso il riscaldamento tutto il pomeriggio con la lampada spenta per simulare la temperatura notturna, tenendo tutto al minimo ad altezza tarta raggiungo i 20-22°C.
Domani proverò a simulare un intera giornata... Le tarta le metterò dopo il natale, mercoledi parto per la sardegna e starò via qualche giorno...

Avatar utente
VincenzoC
Messaggi: 1563
Iscritto il: mar set 30, 2008 7:48 am
Località: Milano
Contatta:

Re: Costruzione ed allestimento di un nuovo terrario x esotiche

Messaggioda VincenzoC » mar dic 15, 2009 8:12 am

Sardegna..... Bravo
quindi hai deciso di continuare con il termoconvettore? Collegalo almeno ad un termostato che possa fermarlo in caso di sovratemperatura.
Poi ti consiglio di allestirlo e di controllare l'umidita per qualche giorno prima di metterci le tarta

Andrea Tani
Messaggi: 77
Iscritto il: mar set 02, 2008 10:14 am
Località: Emilia Romagna

Re: Costruzione ed allestimento di un nuovo terrario x esotiche

Messaggioda Andrea Tani » gio dic 31, 2009 1:10 am

Ciao a tutti ecco il terrarrio finito...
Prima di mettere le tarte l'ho testato per diversi giorni e con diverse condizioni...
Immagine
Prese d'aria, in foto sembrano piccole, ma è perchè il terrarrio è grande...
Il controllo dell'umidità mi ha dato un pò di pensieri, o era troppo umido o era troppo secco...
il termoconvettore rende l'aria molto secca, ma si accende per poche ore al giorno, il terrarrio è isolato meglio di quanto credevo. Con l'umidità ho risolto mettendo sotto il termoconvettore una ciotola con dell'acqua, cosi le tarte possono pure bere (prima la mettevo una sola volta al giorno), le prese d'aria poi hanno una valvola che le apre e le chiude quando voglio, mantenendo l'umidità costante al 50%...
Immagine
Le piante sono tutte con il loro vaso interrato... poi nelle foto che seguono vedrete che le tarte sono ancora piccole per fare grossi danni...
Immagine
Dietro e tutto sopra il termoconvettore ho messo un ulteriore isolante termico ignifugo per proteggere dal calore la struttura di legno, non si sa mai... è una pellicola di alluminio e lana di roccia.... penso...
Immagine
questo è uno dei termostati, in tutto ne ho messi due, cosi non rischio di bruciare le tarte...
Immagine
Immagine
Il filo della lampada ai vapori di mercurio poi l'ho cambiato questo era davvero troppo corto... ;)
Immagine
Sembra piccolo, ma la prospettiva inganna.... come vedete ho aggiunto un altra piantina e due rifugi... Cosi possono rifugiarsi all'ombra ed avere microclimi differenti.
Immagine
Particolare del pomello... :D
Immagine
Prima di mettere le tarte, ho controllato attentamente se le temperature e l'umidità rimanevano costanti sui valori ottimali...
L'umidità va da 45 a 55%, mentre la temperatura va da un massimo di 33°C sotto la lampada ai vapori di mercurio (pensavo scaldasse di più, per raggiungere questa temperatura, ho dovuta abbassare ulteriormente) ad un minimo di 26°C di notte. Per aumentare la variabilità climatica, ho messo anche un secondo spot da un lato del terrarrio, le tarte gradiscono, sotto lo spot le temperature superano i 35°C.
Ecco le mie tarte esotiche.
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
In definitiva sono soddisfatto del nuovo terrarrio che ho costruito.
Ho provato a testarlo simulando un black out elettrico, ho spento il riscaldamento per 8 ore senza illuminazione... la temperatura è passata da 26°C a 18°C (ma con prese d'aria chiuse...) ma questa è una situazione limite...
Anche adesso dopo giorni continuo a tenerlo sotto controllo..
Non ho avuto problemi anche quando le temperature esterne del terrarrio sono andate sotto i zero gradi
(fuori sono arrivate anche a -15°C, mentre dove tengo il terrarrio massimo sono arrivato a - 2°C, era da trent'anni che qua non faceva cosi freddo).
Dopo aver fatto queste foto, ho messo ancora altra torba mista a sabbia sul fondo sotto le piante, in modo da nascondere completamente i vasi e creare una piccola collina.
Da quando ho messo le tarte ho notato notevoli cambiamenti nel loro comportamento, le vedo più attive, camminano tanto e mangiano come lupi, ogni tanto do ancora qualche foglia di insalata, anche se si alimentano quasi esclusivamente di fieno..

Andrea Tani
Messaggi: 77
Iscritto il: mar set 02, 2008 10:14 am
Località: Emilia Romagna

Re: Costruzione ed allestimento di un nuovo terrario x esotiche

Messaggioda Andrea Tani » gio dic 31, 2009 1:19 am

Dimenticavo, buone feste e buon anno a tutti..... :D

Avatar utente
Filly
Messaggi: 4947
Iscritto il: lun giu 04, 2007 12:18 pm
Regione: puglia
Località: Puglia
Contatta:

Re: Costruzione ed allestimento di un nuovo terrario x esotiche

Messaggioda Filly » gio dic 31, 2009 10:43 am

Che dire..se hai risolto tutti i problemi e i dubbi che avevamo ipotizzato in corso d'opera va bene così
e ti faccio i complimenti.
Complimenti per le tartine! Già mangiano il fieno!Le hai abituate bene. :D

PS: il pomello è proprio una chicca

Avatar utente
lauro
Messaggi: 785
Iscritto il: ven apr 13, 2007 8:02 pm
Località: emilia romagna

Re: Costruzione ed allestimento di un nuovo terrario x esotiche

Messaggioda lauro » gio dic 31, 2009 1:34 pm

Direi che è venuto propio bene.Quella nella decima foto è una pardalis?

Andrea Tani
Messaggi: 77
Iscritto il: mar set 02, 2008 10:14 am
Località: Emilia Romagna

Re: Costruzione ed allestimento di un nuovo terrario x esotiche

Messaggioda Andrea Tani » gio dic 31, 2009 1:39 pm

lauro ha scritto:Direi che è venuto propio bene.Quella nella decima foto è una pardalis?

Ti ringrazio, si è una pardalis, ho messo tre sulcate ed una pardalis...

Avatar utente
Michele
Messaggi: 2133
Iscritto il: mer mar 01, 2006 10:50 pm
Località: Friuli-Venezia Giulia

Re: Costruzione ed allestimento di un nuovo terrario x esotiche

Messaggioda Michele » gio dic 31, 2009 2:03 pm

tra poco tempo ti renderai conto da solo che le piante era meglio non metterle...
Distruggeranno e divoreranno tutto.
Per il resto sembra tutto ok

Avatar utente
Giacomo-PG
Messaggi: 1666
Iscritto il: lun ago 03, 2009 12:20 am
Località: Gubbio

Re: Costruzione ed allestimento di un nuovo terrario x esotiche

Messaggioda Giacomo-PG » gio dic 31, 2009 5:39 pm

Ottimo lavoro,se la powersun è decentrata allora ottimo lavoro. :wink:
Come dice Michele,non fare troppo l'occhio alle piante perchè appena ci arrivano le spazzano via.

Avatar utente
VincenzoC
Messaggi: 1563
Iscritto il: mar set 30, 2008 7:48 am
Località: Milano
Contatta:

Re: Costruzione ed allestimento di un nuovo terrario x esotiche

Messaggioda VincenzoC » gio dic 31, 2009 7:37 pm

Hai fatto un gran lavoro di manodopera la lampada ai vapori avresti dovuto metterla più decentrata dal lato delle prese di aerazione basse che non vedo così crei il giusto ricircolo di aria che entra dal basso sotto le lampade si scalda ed esce dall'alto

Dario
Messaggi: 462
Iscritto il: sab mag 26, 2007 5:31 pm
Località: Sicilia

Re: Costruzione ed allestimento di un nuovo terrario x esotiche

Messaggioda Dario » ven gen 01, 2010 7:46 pm

bel lavoro :)
bravo

MarcelloFioravanti
Messaggi: 1
Iscritto il: gio ott 03, 2019 2:41 pm
Regione: Emilia Romagna

Re: Costruzione ed allestimento di un nuovo terrario x esotiche

Messaggioda MarcelloFioravanti » gio ott 03, 2019 3:18 pm

Andrea Tani ha scritto:Ciao a tutti, sono passati più di due mesi dall'invio del mio primo messaggio, i cuccioli ormai cresciuti hanno lasciato casa... (peccato, mi mancano!!!)... in questi giorni mi sono rimesso al lavoro per finire il terrarrio.. ecco qui altre foto, scattate al volo..
Inoltre ho deciso di non comprare le lampade in ceramica, costano troppo (me ne servivano almeno due o tre), al loro posto ho acquistato un termoconvettore elettrico che attaccherò ad un termostato, almeno questo lo potrò riutilizzare anche in futuro...
Devo finire di fare il tetto (il terrarrio sarà completamente chiuso, ho paura dei topi...comunque la porzione che manca farò in modo che si possa aprire), devo mettere le ante di plexiglas scorrevoli e fare qualche piccola rifinitura...
Ovviamente poi mancherà solo la torba mista a sabbia, un pò di fieno e le mie tarta esotiche...
Che ne dite può andare? qualche consiglio? Il termoconvettore lo metterò in alto...
Devo preparare anche dei rifugi? Ho notato che le mie tarte preferiscono infilarsi sotto il fieno la notte..
Grazie a tutti .......... Ciaoooo


Ciao dal momento che vorrei creare anche io un terrario mi sono appassionato nel leggere il tuo post, complimenti! Volevo però sapere per quanto riguarda il riscaldamento se nel lungo periodo conviene avere un termoconvettore elettrico come hai fatto tu oppure spendere qualcosa per le lampade in ceramica che magari hanno consumi più bassi, cosa mi potresti consigliare? Grazie mille


Torna a “Terrari, Recinti, Incubatrici, Accessori”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti