TESTUDO HERMANNI HERMANNI

Avatar utente
Tortugo
Messaggi: 6656
Iscritto il: lun nov 20, 2006 6:09 pm
Località: Lazio

TESTUDO HERMANNI HERMANNI

Messaggioda Tortugo » lun gen 21, 2013 10:37 pm

ROCCO G., 2012, Testudo hermanni hermanni, CittàCalabriaedizioni, pp. 239

E' un libro davvero fantastico e oltremodo interessante.
Notevole la trattazione relativa ai diversi habitat in cui si riscontra la presenza di questa specie, con la registrazione di dati a volte sorprendenti che portano a rivalutare vecchie conoscenze, spesso lacunose e/o mai ben documentate.
La dettagliata descrizione della flora tipica dei luoghi frequentati da Testudo hermanni hermanni mostra ben più ampi scenari naturalistici.
L'accurato repertorio fotografico fornisce al manoscritto un certo grado di completezza, apportando, parallelamente al testo, una corretta consapevolezza delle reali differenze tra le numerose popolazioni regionali e/o locali.
E' un volume che non può mancare nella libreria di un amante delle tartarughe e non deve assolutamente in quella dell'estimatore di questa specie in particolar modo.
L'acquisto del libro, inoltre, ha il nobile scopo di essere utile a ben altra causa: i proventi derivati dalla vendita dei volumi saranno destinati alla creazione di un centro di Senologia a Lamezia Terme (CZ), per la prevenzione del tumore al seno.
Un modo speciale di unire l'utile al dilettevole, una grande occasione per rendersi e sapersi utili, nel nostro piccolo, per un progetto sociale di ampio respiro...e, non da ultimo, per conoscere meglio e più dettagliatamente la vita, le abitudini e piccoli segreti della nostra Testudo hermanni hermanni.
Allegati
copertina.jpg
copertina.jpg (79.17 KiB) Visto 2826 volte

Avatar utente
Seda
Messaggi: 3686
Iscritto il: mar set 16, 2008 9:10 am
Località: Lazio

Re: TESTUDO HERMANNI HERMANNI

Messaggioda Seda » mar gen 22, 2013 12:43 pm

solo la copertina ti invoglia a comprarlo! : Lol :
Rispettali, lo meritano!!

Avatar utente
Filly
Messaggi: 4926
Iscritto il: lun giu 04, 2007 12:18 pm
Regione: puglia
Località: Puglia
Contatta:

Re: TESTUDO HERMANNI HERMANNI

Messaggioda Filly » mar gen 22, 2013 5:38 pm

rientrerà senz'altro tra i miei prossimi acquisti : Thanks :

marquinho
Messaggi: 73
Iscritto il: lun ago 15, 2011 9:38 pm
Regione: Marche

Re: TESTUDO HERMANNI HERMANNI

Messaggioda marquinho » mar gen 22, 2013 7:13 pm

appena comprato : Thumbup :

Avatar utente
zutoto
Messaggi: 150
Iscritto il: gio lug 08, 2010 12:40 pm
Regione: Calabria

Re: TESTUDO HERMANNI HERMANNI

Messaggioda zutoto » mar gen 22, 2013 10:03 pm

Ho appena finito di leggero e devo dire che è una grande opera con notevole minuzia di foto e particolari che caratterizzano i vari ceppi di questa splendida testuggine. P.S. Consiglio agli scettici che credono che i ceppi non esistono di leggero.. : book :

Avatar utente
EDG
Messaggi: 10715
Iscritto il: gio apr 20, 2006 8:17 pm
Località: Sicilia

Re: TESTUDO HERMANNI HERMANNI

Messaggioda EDG » mar gen 22, 2013 10:16 pm

zutoto ha scritto:P.S. Consiglio agli scettici che credono che i ceppi non esistono di leggero.. : book :

Personalmente non ritengo che i ceppi non esistono, ma più che altro che è impossibile che a ogni regione italiana (dove la specie è presente) corrisponde un ceppo diverso; come ho detto altre volte, gli animali non conoscono la geografia politica. Generalmente mi fermo alla sottospecie, indagare sulla morfologia dei ceppi, senza conoscere l'origine geografica dell'animale, lo lascio ai più "maniaci" : Wink : .

Comunque mi hai incuriosito, se dovessi trovare questo libro in qualche fiera, penso che lo comprerò.
Enrico

Avatar utente
Tortugo
Messaggi: 6656
Iscritto il: lun nov 20, 2006 6:09 pm
Località: Lazio

Re: TESTUDO HERMANNI HERMANNI

Messaggioda Tortugo » mar gen 22, 2013 11:33 pm

Ti conviene ordinarlo, fai prima. Non so in quale fiera potrebbe essere presente, ma puoi sicuramente ordinarlo su internet. : Wink :

Avatar utente
zutoto
Messaggi: 150
Iscritto il: gio lug 08, 2010 12:40 pm
Regione: Calabria

Re: TESTUDO HERMANNI HERMANNI

Messaggioda zutoto » mer gen 23, 2013 9:53 am

EDG ha scritto:
zutoto ha scritto:P.S. Consiglio agli scettici che credono che i ceppi non esistono di leggero.. : book :

Personalmente non ritengo che i ceppi non esistono, ma più che altro che è impossibile che a ogni regione italiana (dove la specie è presente) corrisponde un ceppo diverso; come ho detto altre volte, gli animali non conoscono la geografia politica. Generalmente mi fermo alla sottospecie, indagare sulla morfologia dei ceppi, senza conoscere l'origine geografica dell'animale, lo lascio ai più "maniaci" : Wink : .

Comunque mi hai incuriosito, se dovessi trovare questo libro in qualche fiera, penso che lo comprerò.

Logicamente le regioni con i loro confini politici le ha ideate l'uomo. Io preferisco sempre allevare solo Thh di origine certa e accoppiarli con altri della stessa provenienza. Può anche essere la targa più bella del mondo ma se nn conosco le sue origini non la prendo. Sbaglierò ma io la penso così.

Avatar utente
Tortugo
Messaggi: 6656
Iscritto il: lun nov 20, 2006 6:09 pm
Località: Lazio

Re: TESTUDO HERMANNI HERMANNI

Messaggioda Tortugo » ven gen 25, 2013 1:03 am

zutoto ha scritto:
EDG ha scritto:
zutoto ha scritto:P.S. Consiglio agli scettici che credono che i ceppi non esistono di leggero.. : book :

Personalmente non ritengo che i ceppi non esistono, ma più che altro che è impossibile che a ogni regione italiana (dove la specie è presente) corrisponde un ceppo diverso; come ho detto altre volte, gli animali non conoscono la geografia politica. Generalmente mi fermo alla sottospecie, indagare sulla morfologia dei ceppi, senza conoscere l'origine geografica dell'animale, lo lascio ai più "maniaci" : Wink : .

Comunque mi hai incuriosito, se dovessi trovare questo libro in qualche fiera, penso che lo comprerò.

Logicamente le regioni con i loro confini politici le ha ideate l'uomo. Io preferisco sempre allevare solo Thh di origine certa e accoppiarli con altri della stessa provenienza. Può anche essere la targa più bella del mondo ma se nn conosco le sue origini non la prendo. Sbaglierò ma io la penso così.


qui si inizierebbe un discorso che magari sarebbe opportuno affrontare in altra sede, cioè non nella sezione dedicata ai libri, ma dato che si può autolimitare rispondimi solo a questa domanda: come fai ad avere la certezza della provenienza di un esemplare quando lo acquisti? Ti fidi semplicemente di chi te lo vende?

Avatar utente
nico62
Messaggi: 2462
Iscritto il: mer dic 05, 2007 1:33 pm
Regione: Abruzzo
Contatta:

Re: TESTUDO HERMANNI HERMANNI

Messaggioda nico62 » ven gen 25, 2013 7:43 am

[quote="Tortugo:]
qui si inizierebbe un discorso che magari sarebbe opportuno affrontare in altra sede, cioè non nella sezione dedicata ai libri, ma dato che si può autolimitare rispondimi solo a questa domanda: come fai ad avere la certezza della provenienza di un esemplare quando lo acquisti? Ti fidi semplicemente di chi te lo vende?[/quote]

* Non voglio alimentare l'OT ma non posso che quotare Davide,
"spesso neanche chi lo vende sà da dove viene"....si affida a fattori estetici e di improvvisazioni.....chiudo!!!
Ultima modifica di nico62 il ven gen 25, 2013 7:46 am, modificato 3 volte in totale.
Motivazione: Non specificata
Nico62

Avatar utente
noster
Messaggi: 93
Iscritto il: dom ott 23, 2011 6:56 pm
Regione: calabria

Re: TESTUDO HERMANNI HERMANNI

Messaggioda noster » lun gen 28, 2013 9:45 pm

zutoto ha scritto:
EDG ha scritto:
zutoto ha scritto:P.S. Consiglio agli scettici che credono che i ceppi non esistono di leggero.. : book :

Personalmente non ritengo che i ceppi non esistono, ma più che altro che è impossibile che a ogni regione italiana (dove la specie è presente) corrisponde un ceppo diverso; come ho detto altre volte, gli animali non conoscono la geografia politica. Generalmente mi fermo alla sottospecie, indagare sulla morfologia dei ceppi, senza conoscere l'origine geografica dell'animale, lo lascio ai più "maniaci" : Wink : .

Comunque mi hai incuriosito, se dovessi trovare questo libro in qualche fiera, penso che lo comprerò.

Logicamente le regioni con i loro confini politici le ha ideate l'uomo. Io preferisco sempre allevare solo Thh di origine certa e accoppiarli con altri della stessa provenienza. Può anche essere la targa più bella del mondo ma se nn conosco le sue origini non la prendo. Sbaglierò ma io la penso così.


Nessuno ha mai detto che ad ogni regione, intesa come ente amministrativo, corrisponda un ceppo di Testudo hermanni hermanni. Tant'è vero che il dott. Gatto ne individua diversi (inclusi quelli al di fuori dell'Italia) ma non uno per ogni regione in cui la specie è presente.
Gli animali non conosceranno la geografia, ma la geografia li ha circoscritti e plasmati. I confini geografici che delimitano le aree nel nostro paese, e gli altri, ben ci sono. Ad esempio le isole; ma anche la Calabria è nettamente separata dal resto della penisola dal massiccio del Pollino. L'Italia appenninica, è divisa da confini naturali in una miriade di ambienti e habitat molto variegati e diversi, anche se relativamente poco distanti fra loro. Ad esempio questo:

http://it.wikipedia.org/wiki/File:Terri ... gliesi.JPG

"Generalmente mi fermo alla sottospecie, indagare sulla morfologia dei ceppi, senza conoscere l'origine geografica dell'animale, lo lascio ai più "maniaci"

"Io preferisco sempre allevare solo Thh di origine certa e accoppiarli con altri della stessa provenienza. Può anche essere la targa più bella del mondo ma se nn conosco le sue origini non la prendo. Sbaglierò ma io la penso così"

In queste due affermazioni è racchiusa tutta la concezione degli allevatori italiani.

Più che mania si tratta di sensibilità e amore verso un patrimonio inestimabile di biodiversità. Altrimenti significa che possiamo accoppiare tutte le Thh indistintamente tra loro come se si trattasse di qualcosa di irrilevante.

I cani sono accompagnati da tanto di pedigree, provate a dire agli allevatori che è solo un pezzo di carta e i cani non sanno leggere...

Avatar utente
EDG
Messaggi: 10715
Iscritto il: gio apr 20, 2006 8:17 pm
Località: Sicilia

Re: TESTUDO HERMANNI HERMANNI

Messaggioda EDG » lun gen 28, 2013 10:00 pm

noster ha scritto:Più che mania si tratta di sensibilità e amore verso un patrimonio inestimabile di biodiversità. Altrimenti significa che possiamo accoppiare tutte le Thh indistintamente tra loro come se si trattasse di qualcosa di irrilevante.

Sono d'accordo, perchè io sono il primo che cerca il più possibile di mantenere certi "standard" e non creare incroci incontrollati, ma nel limite del possibile! Esempio pratico: ho sia h.boettgeri che h.hermanni, quest'ultime sono siciliane, sulle prime non si conosce l'esatta provenienza geografica, e sicuramente non è la stessa per tutte; ma se nel caso delle h.hermanni, non aggiungerei al mio gruppo nessun altro esemplare di altre regioni italiane, anche se la sottospecie è la stessa, nell'altro caso ormai poco mi importa sapere di che "ceppo" si tratta, sono ugualmente h.boettgeri, e di certo non gli impedisco di riprodursi perchè possibilmente una viene dall'Albania e l'altra dalla Bulgaria (tanto per dirne due). Se avessi avuto una sola femmina di h.hermanni dall'origine sconosciuta, avrei preso un maschio di un "ceppo" qualsiasi per farla riprodurre, ma avendo la fortuna di sapere che le mie sono siciliane, posso mantenere il loro "ceppo". Spero che adesso il mio punto di vista sia più chiaro.
Enrico

Avatar utente
EDG
Messaggi: 10715
Iscritto il: gio apr 20, 2006 8:17 pm
Località: Sicilia

Re: TESTUDO HERMANNI HERMANNI

Messaggioda EDG » lun gen 28, 2013 11:30 pm

PS: considero il "ceppo" di una hermanni hermanni se ne conosco la provenienza geografica, non mi baso sulla morfologia perchè non riesco a distinguere questi ceppi, non mi sembra abbiano caratteristiche così facili da identificare, per questo ho usato il termine "maniaci" riferendomi a chi ritiene di saper identificare il ceppo semplicemente guardando l'animale, ma senza offesa : Wink : .
Enrico

Avatar utente
Tortugo
Messaggi: 6656
Iscritto il: lun nov 20, 2006 6:09 pm
Località: Lazio

Re: TESTUDO HERMANNI HERMANNI

Messaggioda Tortugo » mar gen 29, 2013 6:48 pm

Sono assolutamente d'accordo con EDG, anche io per rispettare la purezza degli esemplari, allevo separatamente 3 coppie di Mauremys "rivulata", una proveniente dalla Grecia, una non so, ma identici esemplari, una che ho formato io..certo non lascio che queste ultime non si riproducano perchè non so da dove vengono, però è normale che nel caso in cui si conoscano le origini certe ognuno tende a salvaguardare la purezza e a rispettare le loro origini.
Quello che chiedevo a Zutoto è se lui si fida di quello che dicono alcuni commercianti, oppure se riesce in altri modi ad essere certo delle origini dell'esemplare che sta acquistando. : Wink : : Wink :

Avatar utente
EDG
Messaggi: 10715
Iscritto il: gio apr 20, 2006 8:17 pm
Località: Sicilia

Re: TESTUDO HERMANNI HERMANNI

Messaggioda EDG » mer mar 13, 2013 2:32 pm

Mi è arrivato il libro e ho finito di leggerlo. Mi unisco ai complimenti, davvero interessante, soprattutto la parte dove vengono descritti i "ceppi" regionali e non solo. Non può mancare nella libreria di ogni appassionato di tartarughe. Inoltre mi fa piacere che si tratta di un lavoro "made in Italy", dato che la "nostra" testuggine di solito viene discussa principalmente dai tedeschi (in termini di libri e testi), ma chi meglio di noi dovrebbe conoscerla?! : Wink :

Due note negative, secondo il mio punto di vista (da prendere come consigli):
1. ci sono degli errori nel capitolo riguardante la tassonomia;
2. troppe ripetizioni, lo stesso concetto viene ripetuto più volte, e non solo all'interno dello stesso capitolo.
Enrico


Torna a “Libri e riviste”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron