Cuora galbinifrons

WiPe
Messaggi: 33
Iscritto il: lun dic 31, 2007 1:41 pm

Messaggioda WiPe » gio feb 21, 2008 4:41 pm

Abbiamo quattro di Cuora galbinifrons picturata. Abbiamo comprati due animali in 2006 e gli due altri sono una cultura di 2007.
Abbiamo avuto buona fortuna di averle perché sono genuino rarissime.
E fantastico di allevarle!!!!

Avatar utente
Nark
Messaggi: 1861
Iscritto il: gio ago 16, 2007 2:25 pm
Località: Lombardia

Messaggioda Nark » gio feb 21, 2008 8:08 pm

Doriano quando dici "da femmine di cattura" intendi dire che erano già gravide quando sono state catturate e poi importate?

doriano
Messaggi: 301
Iscritto il: mar feb 20, 2007 5:12 pm
Località: Lombardia

Messaggioda doriano » ven feb 22, 2008 5:34 pm

PROBABILMENTE SI MA DI QUESTI ANIMALI SI SA POCO PURTROPPO,MI PIACERBBE SAPERE SE QUALCUNO NON HA MAI TENTATO DI USARE LE GONADOTROPINE SULLE TARTA PER STIMOLARE L'OVULAZIONE DI SPECI DIFFICILI.
PER I PESCI LO FANNO REGOLARMENTE CON OTTIMI RISULTATI VEDI STORIONI O ALTRI

Avatar utente
Nark
Messaggi: 1861
Iscritto il: gio ago 16, 2007 2:25 pm
Località: Lombardia

Messaggioda Nark » ven feb 22, 2008 8:18 pm

Sì l'avevo sentita anche io questa storia dei pesci...

Avatar utente
Guscioduro
Messaggi: 2990
Iscritto il: dom feb 12, 2006 10:38 pm
Località: Lombardia

Messaggioda Guscioduro » ven feb 22, 2008 8:35 pm

Ciao doriano,

le gonadotropine funziona solo sui pesci, per le tarte vanno ricreate condizioni stagionali più o meno fedeli, alimentazione adeguata e isolamento dei sessi durante l'anno (eccetto periodo degli accoppiamenti).

Avatar utente
Ale
Messaggi: 2336
Iscritto il: sab apr 29, 2006 6:08 pm

Messaggioda Ale » ven feb 22, 2008 9:20 pm

Citazione:
Messaggio inserito da doriano

PROBABILMENTE SI MA DI QUESTI ANIMALI SI SA POCO PURTROPPO,MI PIACERBBE SAPERE SE QUALCUNO NON HA MAI TENTATO DI USARE LE GONADOTROPINE SULLE TARTA PER STIMOLARE L'OVULAZIONE DI SPECI DIFFICILI.
PER I PESCI LO FANNO REGOLARMENTE CON OTTIMI RISULTATI VEDI STORIONI O ALTRI



Ma quelli son potenti fattori di crescita, una loro somministrazione (ma di tutti gli ormoni in realtà) porta a scompensi metabolici davvero pesanti, in primo luogo down regulation del recettore per quell'ormone (in poche parole, intaccando un equilibrio attraverso la somministrazione di una sostanza, il metaboilismo cerca un modo per ristabilirlo). Nel caso specifico verrebbe indotta un'ovulazione indipendente dalla temperatura e dalla percezione della luce ma si varierebbe anche l'espressione dei geni per il recettore dell'ormone gonadrotropo (l'espressione diminuirebbe); in questo modo l'asemplare non avrà più il giusto numero di recettori che, in condizioni fisiologiche, gli garantivano un corretto ciclo avulatorio stagionale.
E' un meccanismo a feed-back positivo simile a quello che agisce nei soggetti diabetici che fanno uso prolungato di insulina.

Avatar utente
Tortugo
Messaggi: 6656
Iscritto il: lun nov 20, 2006 6:09 pm
Località: Lazio

Messaggioda Tortugo » ven feb 22, 2008 10:45 pm

Anch'io sono del parere che non è una buona idea stimolare con ormoni la riproduzione delle tartarughe, anche perchè gli effetti potrebbero essere letali. Per alcune specie purtroppo bisogna inventarsi davvero "angoli di natura" per avere dei risultati in campo riproduttivo e questo non è così facilexx(xx(

WiPe
Messaggi: 33
Iscritto il: lun dic 31, 2007 1:41 pm

Messaggioda WiPe » sab feb 23, 2008 9:26 am

Non ho mai sentito di dare gli hormoni ai uomini senza la sorveglianza di un medico competente. Puo essere pericoloso e anche mortale. E anche se un medico decide di dare gli hormoni a qualcuno,e necessario di dire al paziente che siano i rischi....i rischi possono essere serii.
Alora, perche dare alle tartarughe,che sono piu vulnerabile degli uomini?
E senza sorveglianza?
Mi sembra rischioso.
Per sapere i risci di trattamento con gli hormoni, regarda: http://www.medline.com

doriano
Messaggi: 301
Iscritto il: mar feb 20, 2007 5:12 pm
Località: Lombardia

Messaggioda doriano » lun feb 25, 2008 3:42 pm

SAPEVO DI CAUSARE UN PUTIFERIO, LA MIA ERA SOLO UNA DOMANDA DA MEDICO.
L'IDEALE SAREBBE RICREARE LE CONDIZIONI ADATTE E SU QUESTI SIAMO D'ACCORDO, MA RICREARE LE MONTAGNE VIETNAMITE O LE RISAIE IN CASA MI PARE DURA.
ALLORA LE LASCIAMO DOVE STANNO(SOLUZIONE MIGLIORE) COSI I CINESI LE MANGIANO TUTTE ,O PROVIAMO SOLUZIONI ALTENATIVE OVVIAMENTE SOTTO CONTROLLO VETERINARIO ( SPERIMENTAZIONE CONTROLLATA ) PARTENDO DA TARTA PIù COMUNI.
QULACUNO MI DARà DEL NAZISTA SICURAMENTE .
MA QUALCOSA DOVREMO FARE RICORDO CHE I CINESI MANGIANO 150 MILIONI DI TARTA L'ANNO PENSATE VOI E NON SONO NEANCHE 1 PER CINESE E IL LoRO RTIMO DI INQUINAMENTO E DISTRUZIONE DELL'AMBIENTE è IMPRESSIONANTE
quante galbinifrons troveremo in vietnam tra 50 anni ?

Avatar utente
Guscioduro
Messaggi: 2990
Iscritto il: dom feb 12, 2006 10:38 pm
Località: Lombardia

Messaggioda Guscioduro » lun feb 25, 2008 10:07 pm

Ciao Doriano,

è sufficiente creare un microclima con variazioni di temperatura e umidità durante l'anno, anche in un terrario, dato che oggi ci sono apparecchiature sofisticate, rispetto a 20 anni fa.^

Senza, per questo, ricreare le montagne o risaie Vietnamite, all'interno di una casa.8);)



xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Inoltre, gentile Doriano è pregato di scrivere in minuscolo, perchè in stampatello equivale ad urlare, grazie.:)

Avatar utente
Luca-VE
Messaggi: 8512
Iscritto il: mar mag 24, 2005 12:44 pm
Località: Venezia

Messaggioda Luca-VE » lun feb 25, 2008 11:41 pm

Anche secondo me la somministrazione di ormoni ( o comunque qualsiasi intervento "chimico") e' da considerarsi l'ultima spiaggia, solo per i casi disperati.
E comunque, non certo dai privati allevatori.

doriano
Messaggi: 301
Iscritto il: mar feb 20, 2007 5:12 pm
Località: Lombardia

Messaggioda doriano » mar feb 26, 2008 1:51 pm

la mia coppia già adulta sta fuori da fine aprile a ottobre inoltrato e subisce sia la stagione secca(luglio e parte d'gosto) che passa in brumazione
e le altre stagioni come le nostrane.
il maschio appena bagno o piove corteggia la femmina e la copre, a volte è la femmina che si avvicina al maschio bocca aperta per stimolarlo e avviene l'accoppiamnto ma mai visto uova.
tenete presente che sono animali adulti il maschio pesa circa 1,5 kg la femmina 1,35 kg ma tutt'oggi mai deposto .
quindi la soluzione non è semplice.
quest'anno per la prima volta ho fatto afre un letrago a 13 gradi da metà ottobre a gennaio speriamo in bene.
neanche io darei ormoni alle mie bestiole , volevo solo dire che in casi eccezzianli si potrebbe tentare certamente da persone molto esperte non certo da privati

doriano
Messaggi: 301
Iscritto il: mar feb 20, 2007 5:12 pm
Località: Lombardia

Messaggioda doriano » mar feb 26, 2008 4:03 pm

scusate per le maiuscole,volevo solo dire che neanche io darei alle tarta ormoni e men che meno a delle tarta molto delicate era solo un idea se poi non è fattibile pazienza.
però non sempre ricreare delle condizioni adatte è sufficiente es: le 2 galbinifrons che possiedo sono stra adulte e da metà aprile a metà ottobre stanno all'aperto e sono soggette al variare delle stagioni , spesso si accoppiano ma finora la femmina non ha mai deposto, cosa che invece la flavo fanno regolarmente.
allora quest'anno le ho fatte brumare d'inverno a 11-12 gradi per circa 80 giorni sperando che il problema sia questo vi saprò dire.
ma so di altri allevatori in germania molto più bravi di me che hanno le stesse difficoltà
se qualcuno ha altre idee sono disposto a seguire altri consigli.
ciao a tutti

doriano
Messaggi: 301
Iscritto il: mar feb 20, 2007 5:12 pm
Località: Lombardia

Messaggioda doriano » mar feb 26, 2008 4:06 pm

volevo solo dire che spesso il ricreare delle condizioni adatte può non essere sufficiente come nel mio caso


Torna a “Tartarughe scatola”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron