le mie due horsfieldii

dodo_57
Messaggi: 53
Iscritto il: sab apr 07, 2012 12:07 pm
Regione: lazio

le mie due horsfieldii

Messaggioda dodo_57 » gio mag 24, 2012 8:07 pm

Che ne pensate? maschio peso 459 gr allincirca 14 cm femmina peso 1,350 Kg all'incirca 18 cm. . . . possiedono entrambe il cites solo che nn c'è scritto la data di nascita, in base al peso quanti anni possono avere?E poi a che sottospecie possono appartenere?
Immagine

Uploaded with ImageShack.usImmagine

Uploaded with ImageShack.usImmagine

Uploaded with ImageShack.usImmagine

Uploaded with ImageShack.us
Ultima modifica di EDG il gio mag 24, 2012 10:31 pm, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: foto

chettolo

Re: le mie due horsfieldii

Messaggioda chettolo » gio mag 24, 2012 9:43 pm

Complimenti, sono bellissime! davvero due esemplari degni di nota... mi fai venire gola di prendere di nuovo una Horsfieldii...
Non saprei aiutarti per la sottospecie. IL maschio potrebbe esere una horsfieldii horsfieldii. La femmina (H. Rustamovi?) è davvero uno spettacolo. Toglimi una curiosità, sul cites è indicata fonte W? Una femmina del genere potrebbe essere di cattura. Io avevo una bellissima Horsfieldii maschio subadulta sottospecie kazakhstanica sul cui cites era indicata fonte "W".
Aspetta gli esperti che ti sapranno aiutare. Intanto ancora complimenti!

Avatar utente
EDG
Messaggi: 10715
Iscritto il: gio apr 20, 2006 8:17 pm
Località: Sicilia

Re: le mie due horsfieldii

Messaggioda EDG » gio mag 24, 2012 10:02 pm

Non sono esperto di horsfieldii quindi non posso aiutare sull'identificazione della sottospecie, ma chettolo tu sulla base di cosa hai ipotizzato h.horsfieldii per una e h.rastamovi per l'altra?
Questa specie conta 6 sottospecie, e mi sembra uno di quei casi in cui se non si conosce la provenienza geografica non si possono identificare solo dall'aspetto esteriore.

PS: per la femmina ci sono pochi dubbi sul fatto che sia di cattura, ma possibilmente anche il maschio, non si trovano esemplari appena nati in commercio in Italia, vengono importate a "vagonate" direttamente dalle zone di origine.

Immagine
Ultima modifica di EDG il gio mag 24, 2012 10:20 pm, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Non specificata
Enrico

Avatar utente
Badail16
Messaggi: 225
Iscritto il: mar set 28, 2010 10:32 pm
Località: Alle pendici dell'Etna
Contatta:

Re: le mie due horsfieldii

Messaggioda Badail16 » gio mag 24, 2012 10:13 pm

La femmina è uno degli esemplari di horsfieldii più belli che io abbia mai visto : Eeek :
Complimenti!

chettolo

Re: le mie due horsfieldii

Messaggioda chettolo » gio mag 24, 2012 10:21 pm

EDG ha scritto:Non sono esperto di horsfieldii quindi non posso aiutare sull'identificazione della sottospecie, ma chettolo tu sulla base di cosa hai ipotizzato h.horsfieldii per una e h.rastamovi per l'altra?
Questa specie conta 6 sottospecie, e mi sembra uno di quei casi in cui se non si conosce la provenienza geografica non si possono identificare solo dall'aspetto esteriore.


Mi baso solo sulla colorazione, in effeti è molto difficile, ma la prima, il maschio, mi sembra proprio una Horsfieldii horsfieldii. La femmina direi rustmovi per via della colorazione più scura. Ma sono solo ipotesi molto poco scientifiche.

Avatar utente
EDG
Messaggi: 10715
Iscritto il: gio apr 20, 2006 8:17 pm
Località: Sicilia

Re: le mie due horsfieldii

Messaggioda EDG » gio mag 24, 2012 10:29 pm

chettolo ha scritto:Mi baso solo sulla colorazione, in effeti è molto difficile, ma la prima, il maschio, mi sembra proprio una Horsfieldii horsfieldii. La femmina direi rustmovi per via della colorazione più scura. Ma sono solo ipotesi molto poco scientifiche.

Penso che prima si dovrebbero conoscere le caratteristiche morfologiche di ogni sottospecie, sempre se ci sono, oppure le differenze sono principalmente a livello genetico. Così ad esempio andando anche ad esclusione si potrebbe arrivare a delle ipotesi più concrete. Non credo che la colorazione scura sia una caratteristica solo di h.rustamovi, e nemmeno che questa non possa presentarsi in altri modi.
Non voglio criticare quanto hai detto, capiamoci, ma è proprio per capirne di più se lo metto in dubbio.

Questo esemplare ad esempio è descritto come h.rustamovi, ma non per questo si può pensare che tutte le h.rustamovi siano di colore chiaro, o escludere che anche le altre 5 sottospecie possano presentarsi allo stesso modo:

rustamovi.jpg
rustamovi.jpg (26.01 KiB) Visto 2571 volte
Ultima modifica di EDG il gio mag 24, 2012 10:31 pm, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Non specificata
Enrico

chettolo

Re: le mie due horsfieldii

Messaggioda chettolo » gio mag 24, 2012 10:45 pm

Sono d'accordo, e infatti ho detto che la mia era una semplice ipotesi, in attesa della opinione degli esperti. Comunque, da una base bisogna pur partire, e quindi, la colorazione (oltre che la bombatura del carapace e le dimensioni, che però non possiamo confrontare con altri esemplari) mi fa propendere per quell'ipotesi. E' vero che esistono esemplari chiari di rustamovi, così come esistono rarissime THH con gli speroni come le graeche o testudo albine... ma bisogna partire dalla generalità, poi al limite trovare l'eccezione; non è logico partire dalle eccezioni.

Avatar utente
Sally
Messaggi: 98
Iscritto il: mar set 06, 2011 12:51 pm
Regione: Emilia-Romagna

Re: le mie due horsfieldii

Messaggioda Sally » gio mag 24, 2012 10:52 pm

Bisognerebbe sapere la provenienza dal Cites..
il maschio mi sembra kazakhstanica, ma soltanto perchè è molto simile alla mia : Rolleyes :
La femmina è molto particolare e altrettanto stupenda.. : Thumbup :

EDG ha scritto:Non sono esperto di horsfieldii quindi non posso aiutare sull'identificazione della sottospecie, ma chettolo tu sulla base di cosa hai ipotizzato h.horsfieldii per una e h.rastamovi per l'altra?
Questa specie conta 6 sottospecie, e mi sembra uno di quei casi in cui se non si conosce la provenienza geografica non si possono identificare solo dall'aspetto esteriore.

PS: per la femmina ci sono pochi dubbi sul fatto che sia di cattura, ma possibilmente anche il maschio, non si trovano esemplari appena nati in commercio in Italia, vengono importate a "vagonate" direttamente dalle zone di origine.

Immagine


Che tristezza quella foto : Hurted :
Ultima modifica di EDG il gio mag 24, 2012 10:56 pm, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Non specificata
Simone.

Avatar utente
EDG
Messaggi: 10715
Iscritto il: gio apr 20, 2006 8:17 pm
Località: Sicilia

Re: le mie due horsfieldii

Messaggioda EDG » gio mag 24, 2012 10:55 pm

chettolo ha scritto:non è logico partire dalle eccezioni.

Certo, ma io non so se il colore chiaro è un'eccezione per quella sottospecie, è questo il punto.
Il problema è che è difficile trovare in internet foto di horsfieldii che riportano anche la sottospecie, molti ipotizzano, ma non capisco sulla base di cosa. Se qualcuno ha un articolo da postare dove vengono descritte le differenze ben venga; basta che la fonte non sia il solito sito francese, e che siano menzionate anche le due più recenti sottospecie.

Sally ha scritto:Bisognerebbe sapere la provenienza dal Cites..

Il cites potrebbe riportare la provenienza della "farm" da cui è partita la tartaruga, ma questa potrebbe essere arrivata lì presa in natura da qualsiasi altra parte.
Ultima modifica di EDG il gio mag 24, 2012 11:00 pm, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Non specificata
Enrico

chettolo

Re: le mie due horsfieldii

Messaggioda chettolo » gio mag 24, 2012 11:45 pm

Con il beneficio del dubbio, trattandosi di pubblicazioni a carattere divulgativo e non strettamente scientifico:
http://it.wikipedia.org/wiki/Testudo_horsfieldii#Sottospecie
http://www.tartarugando.it/content/331-testudo-horsfieldii.html

Avatar utente
EDG
Messaggi: 10715
Iscritto il: gio apr 20, 2006 8:17 pm
Località: Sicilia

Re: le mie due horsfieldii

Messaggioda EDG » ven mag 25, 2012 11:43 am

Descrizioni abbastanza sommarie e relative. E in particolare per la h.baluchiorum mi sembra che dicono l'opposto, "colorazione chiara uniforme" e "colorazione chiara con grandi macchie nere".
Comunque, anche ammesso che queste linee guida erano molto attendibili, ormai con il fatto che le sottospecie sono 6 e non più 4, sarebbero da rivedere e aggiornare, perchè ad esempio una h.kuznetzovi come dovrebbe presentarsi?
Enrico

Avatar utente
Sally
Messaggi: 98
Iscritto il: mar set 06, 2011 12:51 pm
Regione: Emilia-Romagna

Re: le mie due horsfieldii

Messaggioda Sally » ven mag 25, 2012 2:44 pm

EDG ha scritto:Il cites potrebbe riportare la provenienza della "farm" da cui è partita la tartaruga, ma questa potrebbe essere arrivata lì presa in natura da qualsiasi altra parte.


E l'origine? è la stessa? : Rolleyes :
Simone.

Avatar utente
rev.stone
Messaggi: 241
Iscritto il: mer set 16, 2009 7:39 am

Re: le mie due horsfieldii

Messaggioda rev.stone » lun giu 11, 2012 3:22 pm

concordo con gli altri: la femmina ha una colorazione davvero interessante, è la prima ch evedo così. complimenti.
il maschio, molto simile al mio esemplare, potrebbe essere per l'appunto del kazakistan.
www.reverendostone.it


Torna a “Foto Testudo horsfieldii”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite