Prima tartaruga, primi problemi. :)

Avatar utente
avighel1
Messaggi: 165
Iscritto il: ven lug 01, 2011 5:06 pm
Regione: veneto
Località: Francia/Veneto

Re: Prima tartaruga, primi problemi. :)

Messaggioda avighel1 » mer lug 20, 2011 12:40 pm

grazie per il giardino. Seguirò il consiglio di Agostino e sistemerò una rete verde ombreggiante lungo tutta la parte DX. Facendo cosi oscurerei il giardino della vicina che si intravede attraverso la siepe.

Anch'io ho pensato che basterebbe poco per rubarmi la tarta...MA non ho molte alternative per la sistemazione.
sono abbastanza sereno nel senso che la casa è ubicata in una specie di piazzetta privata e strada chiusa... non è che sia una zona di passaggio ma oggi non ci si può fidare di nessuno dato che comunque la strada è "libera" anche se di solito ci sono 4 cani (2 nostri + 2 mastini del vicino).
Non potrei fare un recinto dietro dato che il resto della superfice della casa è sempre stato il territorio dei cani. La loro area è a loro utilizzo esclusivo,nel senso che non ci sono altri animali. Non vorrei modificare quest'equilibrio. Cercherei d'ottimizzare le esigenze di entrambi (tarta/cani).


domande:
1- Mia moglie vorrebbe migliorare il recinto coprendo la terra con delle corteccia da giardinaggio (taglia piccola).
Che ne dite? Non penso crei problemi ma vorrei esserne certo.
2- quandi mi sveglio la mattina vado in orto per raccogliere quanto serve alla mia tarta. Utilizzo il solito piatto di plastica bianco che viene utilizzato in campeggio. Inumidisco molto l'integratore alimentare per tartarughe terrestri acquistato (simile a delle bigliette tonde) e lo mescolo nella foglie raccolte.
Mi sto rendendo conto che l'integratore viene ignorato spesso. Oggi mi sono seduto a 1 metro dalla tarta mentre mangiava. Ho osservato che l'integratore veniva mangiato senza PB. Il fatto è che le bigliette essendo tonde tendono a finire sul fondo del piatto x rimanerci... Da domani umidificherò per bene l'integratore e spappolerò le bigliette riducendole in poltiglia che stenderò sul contenuto del piatto.... Proviamo anche questo approccio.
3- ultima domanda per la gionata odierna. : Chessygrin :. Vorrei essere certo che per una Horsfieldii Adulta (almeno presumo) basti un bel piatto di verdure miste al giorno. I primi giorni ho notato che la tarta divorava tutto in quantità elevate. Ascoltando un consiglio sono passato ad una sola somministrazione giornaliera di cibo. ho notato che la trata non viene quasi mai verso il cibo appena sistemato sul piattino. Se invece sistemo il piattino davanti alla tarta comincia a mangiare come se niente fosse....

Avatar utente
Agostino
Messaggi: 5288
Iscritto il: sab mag 21, 2005 9:06 am
Località: Emilia Romagna
Contatta:

Re: Prima tartaruga, primi problemi. :)

Messaggioda Agostino » mer lug 20, 2011 12:51 pm

Un pò di corteccia non farà male, ma la maggior parte deve rimanere terra(con o senza erba)
Eviterei l'integratore, dagli solo erbe selvatiche e non in un piattino ma sulla terra(possibilmente varia il punto dove le getti, in modo che sia stimolata a cercare e quindi a camminare). Consiglio un osso di seppia spezzato, come integratore di calcio.

Avatar utente
avighel1
Messaggi: 165
Iscritto il: ven lug 01, 2011 5:06 pm
Regione: veneto
Località: Francia/Veneto

Re: Prima tartaruga, primi problemi. :)

Messaggioda avighel1 » mer lug 20, 2011 12:53 pm

ciao revstone. Mi farebbe piacere scambiare qualche info sulla tua gestione/esperienza in merito alle Horsfieldii.
Potremmo sviluppare la conversazione qui oppure aprire un topic dedicato dal titolo "gestione Horsfieldii/clima pianura padana".
Facendo cosi lo scambio di informazioni potrebbe essere + facilmente tracciabile con una ricerca tematica.
che ne pensi?
PS: non saprei quale sia la sezione di competenza del forum per delle info simili.

Avatar utente
rev.stone
Messaggi: 241
Iscritto il: mer set 16, 2009 7:39 am

Re: Prima tartaruga, primi problemi. :)

Messaggioda rev.stone » mer lug 20, 2011 1:29 pm

ciao vighel1, sono disponibile per chiarimenti...intanto discutiamone qui, poi se il tema piace eventualmente i moderatori creereanno un 3d dedicato. personamente ti sconsiglio la corteccia per tre ragioni: primo conserva e mantiene un sacco di umidità, troppa per le nostre tartarughe a cui fa male, secondo diventa un vero e proprio terreno di cultura per insetti di tutte le specie, ragnetti rossi, porcellini di terra, pesciolini d'argento, forbicine e quant'altro, ma soprattutto batteri, ed infine perchè tende a fare la muffa in autunno. io come substrato ho impiegato della comune terra cretosa mescolata con della sabbia di fiume e del ghiaino da 3-5 millimetri (trovi entrabe le cose nei negozi di acquari)...evita anche i terrici da giardino perchè accumulano solo umidità. dentro la tana ho mescolato invece della terra argillosa con torba di sfagno e sabbia di fiume, tanto resta sempre tutto asciutto. ci metto anche un pò di paglia, le tarte sembrano gradirla e cmq fa sempre da isolante...solo bisogna sostituirla di quanto in quanto.
infine anch'io ti sconsiglio mangimi, integratori ed altre amenità...la tarta lasciata libera di pascolare sull'erba di campo, quindi trifoglio, tarassacco, borsa del pastore, centocchio, portulaca, ecc... unitamente ad una buona integrazione di radicchio (quello rosso, quello di campo e quello di chioggia le fa impazzire), songino, insalatina (no lattuga) ed ogni tanto, ma con parsimonia, un pò di frutta (le mie stravedono per le fragole, per il melone e per la mela), rendono superflui i prodotti industriali.
www.reverendostone.it

Avatar utente
avighel1
Messaggi: 165
Iscritto il: ven lug 01, 2011 5:06 pm
Regione: veneto
Località: Francia/Veneto

Re: Prima tartaruga, primi problemi. :)

Messaggioda avighel1 » gio lug 21, 2011 9:54 am

rev.stone ha scritto:io come substrato ho impiegato della comune terra cretosa mescolata con della sabbia di fiume e del ghiaino da 3-5 millimetri (trovi entrambe le cose nei negozi di acquari)...evita anche i terricci da giardino perché accumulano solo umidità. dentro la tana ho mescolato invece della terra argillosa con torba di sfagno e sabbia di fiume, tanto resta sempre tutto asciutto. ci metto anche un pò di paglia, le tarte sembrano gradirla e cmq fa sempre da isolante...solo bisogna sostituirla di quanto in quanto.

Mi sono ricavato una posizione che ritengo ottimale per la casetta. Ho scavato per una profondità di circa 20 cm ricavando un rettangolo ben delimitato largo quanto la casetta. Ho poi sostituito la terra con normale substrato da giardinaggio che ho mescolato con delle foglie secche d’alberi.
Di sera oppure quando necessario, rimuovo con la mano un po’ di terra e foglie sistemo nel buco la tarta che ricopro con le foglie che ho appena rimosso.
Noto che la cosa comincia a fruttare. I primi giorni dopo alcuni minuti al max la tarta usciva e si collocava nella sua zona preferita dove di solito si sistema scavando leggermente. Avendo notato alla tartaruga piace quella zona avevo già mosso per bene la terra anche li...
Domande:
1- dovrei rifare il fondo della casetta oppure basterebbe semplicemente mescolare al subsrato che ho già una discreta percentuale di sabbia. Sto valutando un 30% in modo da rendere il tutto meno permeabile all’umidità. Esiste una reale differenza fra l'utilizzo della paglia rispetto alle foglie secche. Se fosse utile, potrei sistemare della paglia in un sacco di iuta/sacco patate e sistemarlai n cantina . diciamo che la reperibilità dellefogli esecche è decisamente + comoda....
2- Quando necessito di riporre la tarta in recinto, noto che essa si è sotterrata in parte. Per ovvi motivi devo alzarla, mi sembra che facendolo la mia tarta si “svegli” e che stesse “dormendo”. E’ possibile? E’ normale?

Avatar utente
rev.stone
Messaggi: 241
Iscritto il: mer set 16, 2009 7:39 am

Re: Prima tartaruga, primi problemi. :)

Messaggioda rev.stone » gio lug 21, 2011 12:34 pm

io rifarei il fondo della casetta...terra da giardino e foglie secche accumulano l'umidità.
cmq non ho capito perchè quando metti la tarta nel recinto la copri con le foglie...con queste temperature le mie dormono sempre in superficie e completamente aperte, con la testa appoggiata al suolo e le zambe stese all'esterno.
quando prelevi un atarta che si er aimboscata per spostarla è chiaro che la svegli...s elo fai sempr epuò diventare fonte di stress, quindi meglòio trovar eil modo di ammaestrarla ad entrare da sola la sera nel recinto...personalmenbte è stato piuttosto facile con la prima, poi le altre che ho aggiunto successivamente, vedendo il comportamento si sono adeguate ed adesso vanno dentor il recinto da sole tutte le sere (e la mattina si arrangiano ad uscire). così quando mi assento o fa brutto è sufficiente che chiuda il cancelletto e risolvo il problema senza mai disturbarle.
ti allego una foto (di qualche anno fa, appena lo realizzai) del mio recinto...all'epoca era diviso in due, adesso è uno unico per tutte e tre le mie hors. quando ho tempo scatto una foto nuova e migliore compresi gli interni delle casette.

Immagine
www.reverendostone.it

gabonica
Messaggi: 267
Iscritto il: dom mag 02, 2010 6:36 pm
Località: lucania

Re: Prima tartaruga, primi problemi. :)

Messaggioda gabonica » ven lug 22, 2011 9:55 am

Molto bella la sistemazione,solo che tutto quel ghiaietto qualche dubbio me lo da,spesso le tarta per compensare il bisogno di calcio ed altri elementi provano a mordere pietre o superfici simili,non vorrei che il ghiaietto venga ingerito con problemi occlusioni intestinali,mi è capitato di osservare un caso di una marginata che ne aveva ingerito molto con conseguenti problemi molto seri,speriamo che non sia cosi' nel tuo caso, comunque il dubbio rimane..

Avatar utente
avighel1
Messaggi: 165
Iscritto il: ven lug 01, 2011 5:06 pm
Regione: veneto
Località: Francia/Veneto

Re: Prima tartaruga, primi problemi. :)

Messaggioda avighel1 » ven lug 22, 2011 10:02 am

il tuo recinto è decisamente curato e ordinato. La necessità di dividerlo in 2 aree è dovuto alla presenza di + maschi oppure per gestire un nuovo inserimento? :)

Dato che dovrei ricoprire uno spazio di quasi 10mq , sto valutando qualche soluzioni per ricoprire almeno in parte la terra brula. Non mi dispiacerebbe avere qualcosa che ravivasse un pò il recinto dato che è fronte casa e ne occupa TUTTA la larghezza.
Ovviamente la gestione DEVE essere funzionale al deflusso dell'umidità ed essere consone alle esigenze della trata.
ti posto qualche forto scattate oggi al risveglio (7.30 mattina).
la mia tarta nno considera la casetta preferendo sistemarsi sotto una bbella area di fiori con ampie foglie cadenti. Lo spazio è circa un buon metro di larghezza e 30 cm di profondità. Poi si arriva alla rete di contenimento del recinto.
Immagine
[img][http://img24.imageshack.us/img24/1372/img1479ix.jpg/img]

Come si vede dalle foto sotto, le squame che si stavana staccando dalla testa si sono rimarginate.
Immagine
Immagine
Immagine

Avatar utente
rev.stone
Messaggi: 241
Iscritto il: mer set 16, 2009 7:39 am

Re: Prima tartaruga, primi problemi. :)

Messaggioda rev.stone » ven lug 22, 2011 10:31 am

@gabonica: il ghiaino è di 3-5 mm, quindi non proprio sottilissimo,le hors non mangiano mai dentro il recinto perchè passano le giornate libere di scorazzare in giardino (e sono cmq regolarmente implementate di calcio)...trovo pertanto piuttosto remoto il caso che ingoino dei sassolini.

@avighel: ricorda che le taratrughe, che esistono da centinaia di milioni di anni (altro che noialtre scimmie parlanti), sanno sempre quel che è meglio per loro. se la tua bellissima tarta ha scelto quel posto evidentemenet lo ritiene il migliore per passarci la notte...puoi provare a sforzarla di cambaire letto oppure puoi mettere la casetta proprio lì.
www.reverendostone.it

Avatar utente
avighel1
Messaggi: 165
Iscritto il: ven lug 01, 2011 5:06 pm
Regione: veneto
Località: Francia/Veneto

Re: Prima tartaruga, primi problemi. :)

Messaggioda avighel1 » ven lug 22, 2011 10:45 am

Penso che sposterò la casetta o per lo meno farò un tentativo.
Diciamo che la casetta messa dove è adesso ha anche una discreta valenza estetica. Peccato.
Dato che la tarta è di cattura eviterei ulteriori traumi o stress imponendogli una tana a scapito di una naturalmente scelta.

Mi sorge una latro dubbio.... Non riesco a capire cosa sia la zona chiara a forma di goccia presente sullo scuto centrale vicino alla testa. E' dovuta ad una cattiva alimentazione pregressa? Se dovesse allargarsi dovrei interpretare l'accaduto come un segnale di allarme. : turtlec :
Devo ancora ferrarmi nel linguaggio corporale delle Hors. Osservo ma non riesco ancora a decifrare quello che noto.

Avatar utente
rev.stone
Messaggi: 241
Iscritto il: mer set 16, 2009 7:39 am

Re: Prima tartaruga, primi problemi. :)

Messaggioda rev.stone » ven lug 22, 2011 4:01 pm

non vedo nulla di strano nel carapace...anzi! si vede che ha mangiato correttamente nella sua vita, è privo di piramidalizzazioni e pare anche bello solido.
quanto al comportamento delle hors, beh, scoprirai ben presto che è molto molto essenziale e facile da capire.
datti il tempo di conoscere la tua nuova amica.
www.reverendostone.it

Avatar utente
Seda
Messaggi: 3686
Iscritto il: mar set 16, 2008 9:10 am
Località: Lazio

Re: Prima tartaruga, primi problemi. :)

Messaggioda Seda » ven lug 22, 2011 5:37 pm

le squame non si rimarginano,sono cadute per far posto a pelle nuova|! : Wink :
Rispettali, lo meritano!!

chettolo

Re: Prima tartaruga, primi problemi. :)

Messaggioda chettolo » ven lug 22, 2011 5:44 pm

Ti confermo la mia precedente opinione che è davvero un bellissimo esemplare! Ne ho visti pochi così grandi e lisci in giro...
Per lo scuto nucale a cui ti riferivi, direi che è posto, il fatto che la parte anteriore sia sottile non ne pregiudica la solidità.

Avatar utente
avighel1
Messaggi: 165
Iscritto il: ven lug 01, 2011 5:06 pm
Regione: veneto
Località: Francia/Veneto

Re: Prima tartaruga, primi problemi. :)

Messaggioda avighel1 » lun ago 01, 2011 9:44 am

Ciao rev.stone, mi chiedevo se potevi postare delle foto del tuo recinto reimpostato. Potrebbero servirmi dato che sto rempostando il mio.

Avatar utente
rev.stone
Messaggi: 241
Iscritto il: mer set 16, 2009 7:39 am

Re: Prima tartaruga, primi problemi. :)

Messaggioda rev.stone » mer ago 03, 2011 10:25 am

ciao, quando torno a casa le faccio. cmq il recinto è il medesimo postato in precedenza, solo senza il separè che lo divideva in due.
www.reverendostone.it


Torna a “Foto Testudo horsfieldii”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron