Torre Lapillo - nascono le Caretta caretta

Avatar utente
EDG
Messaggi: 10715
Iscritto il: gio apr 20, 2006 8:17 pm
Località: Sicilia

Torre Lapillo - nascono le Caretta caretta

Messaggioda EDG » gio set 22, 2011 4:08 pm

Notizia e foto pervenuteci da Chiara Caputo, Responsabile Centro recupero tartarughe marine Osservatorio faunistico della Provincia di Lecce.

"Nella notte tra il 19 e il 20 settembre ha avuto inizio la schiusa delle uova deposte da una Caretta caretta sulla spiaggia di Torre Lapillo il 19 luglio.
Il nido, situato nell’Area marina protetta di Porto Cesareo, è stato una piacevole sorpresa portata dall’estate. La tartaruga marina infatti, frequentatrice consueta nei nostri mari, è un animale solitario che di rado può essere osservato in natura.
E’ stato un turista, il sig. Maurizio Ariano, ad accorgersi della presenza dell’ animale sulla spiaggia del litorale ionico. L’uomo, inizialmente preoccupato per lo stato di salute della tartaruga, mentre ancora si domandava cosa avesse portato quel meraviglioso essere fuori dal mare, pian piano si è reso conto che l’animale stava semplicemente mantenendo fede al più antico dei rituali della vita … la riproduzione.
Ben presto il nido è divenuto un “affare”(di cuore) di tutti. Nel corso dell’estate i cittadini e i turisti si sono regolarmente informati sullo stato delle uova, assidui, partecipi, attenti come veri e propri “zii”.
Il nido di Torre Lapillo ( quarto caso documentato sulle coste salentine e secondo sulla costa ionica) ha confermato ciò che gli esperti sospettavano da tempo: la tartaruga marina, più precisamente la Caretta caretta, seppur con una frequenza inferiore a quella dei siti del Mediterraneo sud orientale, nidifica con regolarità sulle spiagge del Salento. Purtroppo la forte antropizzazione degli habitat idonei e la riduzione delle spiagge hanno portato ad una minore frequenza di nidificazione. Anche per questo motivo individuare un nido di tartaruga marina, in assenza di un piano efficace di monitoraggio delle costa, risulta difficile e richiede la costante collaborazione dei cittadini, nonché la tutela dei nidi identificati.
E’ opportuno ricordare che la Caretta caretta è una specie a rischio di estinzione e come tale è riportata nell’allegato I della Convenzione di Washington. Tale convenzione ha lo scopo di regolamentare (nel caso della Caretta caretta vietandolo) il commercio di alcune specie animali e vegetali al fine di tutelarle, dato che la compravendita, insieme alla scomparsa degli habitat, è la minaccia principale alla loro sopravvivenza.
L’Area marina protetta di Porto Cesareo ha incaricato i tecnici del Centro recupero tartarughe marine dell’Osservatorio faunistico della Provincia di Lecce - Rete TartaSalento e del Centro recupero tartarughe marine di Rauccio del monitoraggio scientifico del nido, mentre la vigilanza del nido è stata realizzata dalla stessa Area marina in collaborazione con l’Osservatorio faunistico, il Parco di Rauccio, Legambiente e il CO.G.E.A.V..
Dal giorno successivo alla ovodeposizione sono state monitorare le temperature di incubazione allo scopo di accertare che le condizioni ambientali fossero idonee a garantire lo sviluppo degli embrioni. A differenza dei mammiferi, infatti, la crescita dei feti nei rettili è condizionata dai fattori ambientali. Quella che la tartaruga crea, scavando prima e ricoprendo di sabbia poi, è una vera e propria incubatrice, il corrispettivo del “ventre materno”.
La prima tartaruga è emersa dalla sabbia nella notte tra il 19 e il 20 settembre all’1.25 circa, di seguito ne sono nate altre 19 e poi altre tre nella notte tra il 20 e il 21 settembre, nel momento in cui scriviamo la schiusa è ancora in corso e si spera che ci siano altre nascite nelle prossime ore.
Una volta nati, i giovani hatchling (neonati di tartaruga n.d.r.) sono stati posti sotto osservazione per qualche istante allo scopo di appurarne lo stato di salute, quindi si è proceduto alla registrazione dei dati biometrici e altre informazioni inerenti la schiusa che saranno fondamentali per lo studio della specie e la sua salvaguardia.
Terminata questa breve fase di studio i piccoli sono stati posti sulla sabbia affinchè potessero raggiungere il mare autonomamente. Questo è un momento delicatissimo e della massima importanza perché è in tale frangente che le giovanissime tartarughe registrano tutte quelle informazioni che dopo 20-25 anni permetteranno loro di tornare sulla stessa spiaggia a deporre le uova. Questo “ritorno alle origini” è un comportamento tipico delle specie migratorie come la Caretta caretta e fa sì che gli animali depongano le uova sulla spiaggia in cui sono nati.
Perciò occhi aperti, passeggiando sulle spiagge a luglio potreste incontrare un tartaruga marina intenta a deporre le uova!
In tal caso vi chiediamo di contattare tempestivamente la Capitaneria di Porto al 1530, numero verde attivo 24 ore su 24, e proteggere l’area in questione dal calpestio.
Per ora, la schiusa continua … speriamo che siano femmine!"

1.jpg
1.jpg (282.96 KiB) Visto 1011 volte


2.jpg
2.jpg (287.35 KiB) Visto 1011 volte


3.jpg
3.jpg (429.85 KiB) Visto 1010 volte


4.jpg
4.jpg (289.51 KiB) Visto 1011 volte


5.jpg
5.jpg (285.12 KiB) Visto 1011 volte


6.jpg
6.jpg (292.79 KiB) Visto 1011 volte
Ultima modifica di EDG il gio set 22, 2011 4:09 pm, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Non specificata
Enrico

Avatar utente
EDG
Messaggi: 10715
Iscritto il: gio apr 20, 2006 8:17 pm
Località: Sicilia

Re: Torre Lapillo - nascono le Caretta caretta

Messaggioda EDG » gio set 22, 2011 4:11 pm

7.jpg
7.jpg (280.64 KiB) Visto 1010 volte


8.jpg
8.jpg (275.74 KiB) Visto 1010 volte


9.jpg
9.jpg (296.68 KiB) Visto 1010 volte


10.jpg
10.jpg (393.43 KiB) Visto 1010 volte


11.jpg
11.jpg (230.47 KiB) Visto 1010 volte


misurazioni biometriche.jpg
misurazioni biometriche.jpg (198.88 KiB) Visto 1010 volte


via la sabbia bagnata.jpg
via la sabbia bagnata.jpg (249.01 KiB) Visto 1010 volte


che l'avventura abbia inizio!.jpg
che l'avventura abbia inizio!.jpg (340.94 KiB) Visto 1010 volte
Ultima modifica di EDG il gio set 22, 2011 4:12 pm, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Non specificata
Enrico

giuanngiuann5
Messaggi: 1
Iscritto il: gio set 16, 2010 9:41 pm

Re: Torre Lapillo - nascono le Caretta caretta

Messaggioda giuanngiuann5 » dom gen 01, 2012 9:25 pm

Complimenti per l'esperienza.

Avatar utente
Barbara
Messaggi: 9779
Iscritto il: mar mag 22, 2007 8:49 am
Località: Liguria La Spezia
Contatta:

Re: Torre Lapillo - nascono le Caretta caretta

Messaggioda Barbara » lun gen 02, 2012 7:16 pm

Spettacolare, mi fa molto piacere ricevere di queste notizie : Chessygrin :


Torna a “Tartarughe Marine”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite