VI PIACCIONO LE MIE SULCATINE?

Avatar utente
Luca-VE
Messaggi: 8512
Iscritto il: mar mag 24, 2005 12:44 pm
Località: Venezia

Messaggioda Luca-VE » sab nov 15, 2008 5:58 pm

Il riscaldamento, con le tartarughe, deve provenire dall'alto e propagarsi dal carapace, non dal piastrone.
I tappettini termici, specie se mal regolati o regolati a temperature elevate, seccano completamente l'ambiente e disidratano gli animali (animali intesi come tartarughe, per altri animali vanno benissimo).
Un altro malinteso e vedere le tartarughe scavare proprio sopra i tappetini, di solito si e' portati a credere che cerchino il calore, mentre l'istinto delle tartarughe le porta a scavare per cercare piu' fresco e/o umidita'.
Ultimo particolare, di notte non dovrebbero essere riscaldate tranne nel caso in cui le temperature siano eccessivamente fredde (nel caso delle esotiche si intendono 19-22 gradi di temperatura notturna), in quanto la diminuzione di temeratura notturna, oltre a favorire i corretti ritmi giornalieri, e' salutare e ' previene rischi di malattie respiratorie.
P.s. grazie per la sponsorizzazione :o)

Avatar utente
sulcata
Messaggi: 762
Iscritto il: sab nov 04, 2006 11:32 am

Messaggioda sulcata » lun dic 08, 2008 1:04 pm

cerca di sooministrare quanto più fieno puoi,hanno già una piramidalizzazione molto accentuata;)

Avatar utente
oscar
Messaggi: 86
Iscritto il: ven set 29, 2006 4:52 pm
Località: Veneto

Messaggioda oscar » mar dic 09, 2008 10:08 am

ma se il caldo dal basso è nocivo, come mai nella sezione terrari è portato come esempio una stanza riscaldata con impianto termico a pavimento?

Avatar utente
Mc Gyver
Messaggi: 1045
Iscritto il: lun ott 22, 2007 6:37 am
Località: toscana

Messaggioda Mc Gyver » mar dic 09, 2008 9:17 pm

Citazione:
Messaggio inserito da oscar

ma se il caldo dal basso è nocivo, come mai nella sezione terrari è portato come esempio una stanza riscaldata con impianto termico a pavimento?



Come in tutte le cose il "giusto" sta in mezzo.

Io uso i cavetti scaldanti nei miei due recinti(chiusi nel periodo invernale) ,in serra fredda, per S.pardalis e G. elegans con,a mio modo di vedere ,buoni risultati.
Con due accorgimenti:
1) i cavetti sono inseriti in uno scatolato di prfv e polistirolo espanso interrati di 15 cm.
2) sono termostatati a 21°C.

Avatar utente
Flavio
Messaggi: 2315
Iscritto il: mer mar 08, 2006 9:59 am
Regione: Piemote
Località: Piemonte
Contatta:

Messaggioda Flavio » mar dic 09, 2008 10:37 pm

Citazione:
Il riscaldamento, con le tartarughe, deve provenire dall'alto e propagarsi dal carapace, non dal piastrone.
I tappettini termici, specie se mal regolati o regolati a temperature elevate, seccano completamente l'ambiente e disidratano gli animali (animali intesi come tartarughe, per altri animali vanno benissimo).
Un altro malinteso e vedere le tartarughe scavare proprio sopra i tappetini, di solito si e' portati a credere che cerchino il calore, mentre l'istinto delle tartarughe le porta a scavare per cercare piu' fresco e/o umidita'.



Per averne conferma basta osservare quando fanno basching, si inclinano in posizioni addirittura innaturali, pur di avere il carapace il più possibile esposto ai raggi solari.

Citazione:
Come in tutte le cose il "giusto" sta in mezzo.
Io uso i cavetti scaldanti nei miei due recinti(chiusi nel periodo invernale) ,in serra fredda, per S.pardalis e G. elegans con,a mio modo di vedere ,buoni risultati.
Con due accorgimenti:
1) i cavetti sono inseriti in uno scatolato di prfv e polistirolo espanso interrati di 15 cm.
2) sono termostatati a 21°C.


Quindi immagina a livello del substrato dove stanno le tartarughe quanto puo essere.

Citazione:
ma se il caldo dal basso è nocivo, come mai nella sezione terrari è portato come esempio una stanza riscaldata con impianto termico a pavimento?


Come potrai dedurre, se il riscaldamento del terraio che hai citato, fosse affidato solo alle lampade immagina quante ce ne vorrebbero, se guardi attentamente noterai anche lampade appese ad altezza "ridotta" indubbiamente il riscaldamento a pavimento "distribuzione a bassa temperatura" serve a "sgrossare"la temperatura ambiente mentre la temperatura necessaria è fornita dall'alto.

A costo di ripetermi,le persone che ti hanno consigliato sopra, hanno esperienze personali di tutto riguardo,segui i loro consigli e le tue belle tartone lo diventeranno ancora di più.

Avatar utente
Luca-VE
Messaggi: 8512
Iscritto il: mar mag 24, 2005 12:44 pm
Località: Venezia

Messaggioda Luca-VE » mer dic 10, 2008 12:04 am

Citazione:
Messaggio inserito da Mc Gyver

Citazione:
Messaggio inserito da oscar

ma se il caldo dal basso è nocivo, come mai nella sezione terrari è portato come esempio una stanza riscaldata con impianto termico a pavimento?



Come in tutte le cose il "giusto" sta in mezzo.

Io uso i cavetti scaldanti nei miei due recinti(chiusi nel periodo invernale) ,in serra fredda, per S.pardalis e G. elegans con,a mio modo di vedere ,buoni risultati.
Con due accorgimenti:
1) i cavetti sono inseriti in uno scatolato di prfv e polistirolo espanso interrati di 15 cm.
2) sono termostatati a 21°C.


In questo caso, la funzione e' piu' quella di "salvavita" e posso condividerla.
L'importante e' che non vengano usati come fonte di calore vera e propria.
Nel mio caso (che e' quello che comunque consiglio sempre) la temepratura con tutto spento nella stanza si aggira tra i 20 e i 22 gradi, rendendo di fatto inutile l'uso dei cavetti anche in via precauzionale.

Avatar utente
oscar
Messaggi: 86
Iscritto il: ven set 29, 2006 4:52 pm
Località: Veneto

Messaggioda oscar » mer dic 10, 2008 8:49 am

il pavimento per porter scaldare raggiunge sicuramente i 25°C (come minimo) è una temperatura che può essere consigliata e non nociva?

Avatar utente
Flavio
Messaggi: 2315
Iscritto il: mer mar 08, 2006 9:59 am
Regione: Piemote
Località: Piemonte
Contatta:

Messaggioda Flavio » mer dic 10, 2008 11:04 am

Citazione:
il pavimento per porter scaldare raggiunge sicuramente i 25°C (come minimo) è una temperatura che può essere consigliata e non nociva?

Non proprio, un impianto a pavimento per "dare" 20/22 g nell'ambiente ha il fluido che circola con temperatura massima di 38/40 g, se la temperatura in circolo è maggiore (e di conseguenza il pavimento)nuoce alla circolazione sanguigna degli umani, senza contare che le strutture potrebbero collassare, ma niente vieta di regolarlo con temperature minori (io ho costruito impianti che come temperatura antigelo circolano a 10 g. e ne danno 5/8 nell'ambiente) tieni poi presente che impianti del genere sono solitamente costruiti a "zone" termostatizzate, proprio per gestire e rendere indipendente un'ambiente dall'altro.

Avatar utente
oscar
Messaggi: 86
Iscritto il: ven set 29, 2006 4:52 pm
Località: Veneto

Messaggioda oscar » mer dic 10, 2008 11:19 am

lo so che il liquido gira ad una temperatura compresa tra i 30 e i 38°C, intendevo che la temperatura nell'ambiente vicino il pavimento è di circa 25° ed il pavimento a contatto magari può dare anche 30°, volevo capire se può essere una temperatura ideale per le tarta oppure se il terrario nella galleria è regolato con altri parametri

Avatar utente
Mc Gyver
Messaggi: 1045
Iscritto il: lun ott 22, 2007 6:37 am
Località: toscana

Messaggioda Mc Gyver » mer dic 10, 2008 11:45 am

Citazione:
Messaggio inserito da Luca-VE

Citazione:
Messaggio inserito da Mc Gyver

Citazione:
Messaggio inserito da oscar

ma se il caldo dal basso è nocivo, come mai nella sezione terrari è portato come esempio una stanza riscaldata con impianto termico a pavimento?



Come in tutte le cose il "giusto" sta in mezzo.

Io uso i cavetti scaldanti nei miei due recinti(chiusi nel periodo invernale) ,in serra fredda, per S.pardalis e G. elegans con,a mio modo di vedere ,buoni risultati.
Con due accorgimenti:
1) i cavetti sono inseriti in uno scatolato di prfv e polistirolo espanso interrati di 15 cm.
2) sono termostatati a 21°C.


In questo caso, la funzione e' piu' quella di "salvavita" e posso condividerla.
L'importante e' che non vengano usati come fonte di calore vera e propria.
Nel mio caso (che e' quello che comunque consiglio sempre) la temepratura con tutto spento nella stanza si aggira tra i 20 e i 22 gradi, rendendo di fatto inutile l'uso dei cavetti anche in via precauzionale.



Come ho specificato io utilizzo una serra fredda(con sicurezza antigelo)
Infatti lo scopo è proprio quello e li ho inseriti, a maggior sicurezza, sotto un interruttore di protezione diverso da quello delle lampade uvb e ceramica(termostatate anche le ultime)

la superficie del suolo raggiunge ,essendo sotto 15 cm ,a malapena i 20°C

Avatar utente
Luca-VE
Messaggi: 8512
Iscritto il: mar mag 24, 2005 12:44 pm
Località: Venezia

Messaggioda Luca-VE » mer dic 10, 2008 3:44 pm

Perfetto Mc, quindi non si tratta di un vero riscaldamento per un terrario o per la serra, ma di una semplice misura antigelo.
Questo va sicuramente bene.

Invece, rispondendo a Oscar, direi che "temperatura nell'ambiente vicino il pavimento è di circa 25° ed il pavimento a contatto magari può dare anche 30°" NON va bene, in quanto si tratta di un vero e proprio riscaldamento, nemmeno tanto tenue.

Avatar utente
oscar
Messaggi: 86
Iscritto il: ven set 29, 2006 4:52 pm
Località: Veneto

Messaggioda oscar » mer dic 10, 2008 4:53 pm

quindi il terrario nella galleria come è tarato? Giusto per capire se è un esempio da imitare o no

Avatar utente
Luca-VE
Messaggi: 8512
Iscritto il: mar mag 24, 2005 12:44 pm
Località: Venezia

Messaggioda Luca-VE » mer dic 10, 2008 9:19 pm

Beh, semplice, se viene tarato a 20 gradi va bene, se sono 25 o 30 no...:D


Torna a “Foto Tartarughe terrestri esotiche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti