Un pò di domande sulla mia Pardalis..

Avatar utente
ale206cc
Messaggi: 17
Iscritto il: mer feb 06, 2008 10:39 am

Un pò di domande sulla mia Pardalis..

Messaggioda ale206cc » ven set 05, 2008 4:09 pm

Allora:
Intanto volevo sapere se vi sembra tutto ok o vedete qualche problema;
poi volevo capire se è ancora presto per capire il sesso;
potrebbe essere pardalis pardalis?
ultima curiorità..si possono accoppiare pardalis pardalis con pardalis Babcocki?


Immagine:
Immagine
89,07 KB

Avatar utente
Elongata
Messaggi: 1520
Iscritto il: gio dic 20, 2007 6:28 pm
Località: Campania

Messaggioda Elongata » ven set 05, 2008 4:29 pm

Da quello che si può vedere la tartarugha non presenta nulla di anomalo ,inoltre per capire il sesso della tua tartrugha, abbiamo bisogno di foto, dove ci mostri anche il carapace perchè così è impossibile determinare il sesso. infine per stabilire la specie, dobbiamo aspettare gli esperti su questa tartarugha loro ti toglieranno ogni dubbio.

Dario
Messaggi: 462
Iscritto il: sab mag 26, 2007 5:31 pm
Località: Sicilia

Messaggioda Dario » ven set 05, 2008 8:12 pm

ciao
la tua è una pardalis babcoky...
per quanto riguarda l'accoppiamento tra sottospecie differenti è altamente sconsigliato , poichè annulleresti la tipica caratteristica di entrambe(mischiandole)...
cura di più l'alimentazione , e se già non lo fai questo inverno mettile sotto una vapori di mercurio.

Avatar utente
dm195
Messaggi: 746
Iscritto il: mar mag 01, 2007 12:57 pm
Località: Veneto

Messaggioda dm195 » sab set 06, 2008 9:42 am

Citazione:
Messaggio inserito da Dario

ciao
la tua è una pardalis babcoky...
per quanto riguarda l'accoppiamento tra sottospecie differenti è altamente sconsigliato , poichè annulleresti la tipica caratteristica di entrambe(mischiandole)...
cura di più l'alimentazione , e se già non lo fai questo inverno mettile sotto una vapori di mercurio.




quoto in tutto,le bozzellature possono indicare errori alimentari ma anche mancanza di uvb e non ultimo scarsa umidità.
bellissime comunque le pardalis,quando tornero alle esotiche lo faro proprio con questa spece!:D:D:D

Avatar utente
Luca-VE
Messaggi: 8512
Iscritto il: mar mag 24, 2005 12:44 pm
Località: Venezia

Messaggioda Luca-VE » dom set 07, 2008 6:15 pm

Mi unisco al coro, devi risolvere sicuramente qualche problema, i bozzi sono molto vistosi pe run esemplare cosi giovane.
Le cause, te le hanno dette:
Alimentazione troppo proteica o "fresca";
Troppa umidita';
Mancanza o insufficienza di esposizione agli UVB naturali o artificiali.

Per il sesso troppo presto, per la sottospecie babcocki al 100%.

Avatar utente
ale206cc
Messaggi: 17
Iscritto il: mer feb 06, 2008 10:39 am

Messaggioda ale206cc » lun set 08, 2008 9:17 am

..sinceramente a me sembra di fare tutto quello che dite voi..
la lampada uvb c'è e d'estate à sempre al sole, l'acqua la metto due volte a settimana e l'umidità la tengo intorno al 40/50%, come alimentazione mangia per la maggior parte trifoglio e tarassaco, molto raramente zucchine o cicoria..e ci metto anche l'osso di seppia gratugiato!..le troppe proteine dove sono?..l'unica cosa che non riesco a farle mangiare è il fieno!!..Boh, non capisco..

Dario
Messaggi: 462
Iscritto il: sab mag 26, 2007 5:31 pm
Località: Sicilia

Messaggioda Dario » lun set 08, 2008 10:17 am

ciao
a volte sembra di fare tutto ...
ma ti assicuro che per farle crescere bene , non bastano due tre regole ...;)
il principale problema della cosidette placche a "piramide" è dato dall'esposizione ai raggi uvb...
questa specie ha bisogno di moltissimi uvb per crescere bene ...
poichè nelle zone di origine , la quantità di radiazioni è molto elevata.
l'alimentazione è un altro tasto fondamentale...
devi considerare che per 6 mesi all'anno queste tarte non trovano quasi nulla da mangiare, e se trovano qualcosa
la trovano secca...
il terzo problema che porta questo problema è appunto una crescita troppo veloce... che non da il tempo agli scuti di formarsi correttamente.
comincia ad essiccare gli alimenti ... e mischiali a quelli freschi.
;)

Avatar utente
Luca-VE
Messaggi: 8512
Iscritto il: mar mag 24, 2005 12:44 pm
Località: Venezia

Messaggioda Luca-VE » lun set 08, 2008 11:31 am

Anche il trifoglio, per esempio, e' molto proteico.
Va bene una tantum, ma non come fonte di cibo principale o comunque dominante.
Un altro esempio, lo scorcio che si vede nella foto e' troppo erboso ( e quindi umido, fresco e ricco di cibo).
Se il recinto dove vive fosse in gran parte cosi, sarebbe inadatto.
Il suo spazio deve essere brullo, asciutto e solo qualche erbetta qua e la da brucare ;)

Avatar utente
ale206cc
Messaggi: 17
Iscritto il: mer feb 06, 2008 10:39 am

Messaggioda ale206cc » lun set 08, 2008 2:33 pm

..OK!.. ma quindi quale sarebbe l'alimento principale o dominante da dare?..sulla scheda c'è scritto questo:"Offriremo a G.Pardalis quindi una dieta composta per la maggior parte da erbe selvatiche di campo, come il tarassaco o dente di leone, trifoglio selvatico e addirittura erba di campo".
..e quanti pasti al giorno deve fare?

Avatar utente
Elongata
Messaggi: 1520
Iscritto il: gio dic 20, 2007 6:28 pm
Località: Campania

Messaggioda Elongata » lun set 08, 2008 3:13 pm

come pasti basta uno al giorno

Avatar utente
Luca-VE
Messaggi: 8512
Iscritto il: mar mag 24, 2005 12:44 pm
Località: Venezia

Messaggioda Luca-VE » lun set 08, 2008 9:45 pm

L'alimento principale sarebbe appunto il fieno.
Per abituarle a mangiarlo, l'unica e' prenderle per fame, dopo qualche giorno di digiuno.
All'inizio si puo' mischiarlo con le verdure a cui sono abituate.
Le verdure citate possono andare bene, le uso, ma meglio essicarle un po', e non darle fresche e "cariche" d'acqua.


Torna a “Foto Tartarughe terrestri esotiche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti