Nuove arrivate, coppia di Horsfield

Letargo, cure, accoppiamento, deposizione ecc.
Sinestesia
Messaggi: 2
Iscritto il: sab apr 25, 2015 9:37 pm
Regione: Lazio

Nuove arrivate, coppia di Horsfield

Messaggioda Sinestesia » sab apr 25, 2015 9:51 pm

Salve, mi sono accorta di aver postato per sbaglio un post nella sezione "foto", lo ripropongo qui e mi scuso per la distrazione.

Buongiorno! Ho una coppia di Horsfield, la femmina misura undici centimetri e il maschio un paio di più, per questo mi è venuto il dubbio che fosse più vecchio rispetto alla data di nascita sul certificato che dovrebbe essere la medesima della femmina. Abituata a quello che fanno con i cani ed altri animali non è che mi aspetti più correttezza per le tartarughe... Ad ogni modo, le piccole sono sane, mangiano, la femmina già dalla mia mano, sono curiose... Insomma stanno bene. Le ho sistemate in una zona del giardino che un tempo adibivo ad orticello, misura tre metri per tre, circondata da un muro su tre quarti e scalini su un lato. Basso marciapiede per tre quarti, sassi e cespugli, fondo drenato (mi ci crescevano i pomodori per cui è drenato di sicuro!)... Muro interrato per un metro sui quattro lati. E piscinetta interrata di trenta centimetri di diametro e profonda uno e mezzo. In verità ci sono anche delle lattughe piantate visto che prima di prendere le tarte l'avevo sfruttata per coltivare la lattuga!
Ora, fermo restando che abito nella campagna laziale, 300 metri circa di altezza sul livello del mare, la mia domanda è: conviene provare a far loro passare l'inverno fuori o conviene comunque un letargo controllato? A questo scopo ho la taverna o il garage al piano di sotto che non riscaldo salvo quando accendo il camino (cosa che riguarda la taverna e non il garage) e che mantengono la giusta temperatura nei mesi invernali. La mia intenzione è di portarle comunque dal veterinario specializzato a fine agosto e farmi consigliare ma da qui ad agosto vorrei comunque saperne di più. E a tal proprosito vi chiedo anche se avete qualche titolo di libri specifici sulle tartarughe di terra che comprendano le varietà esotiche.

La mia domanda alla fin fine è: a me cambia poco metterle in letargo controllato ma mi piacerebbe se potessero vivere lo spazio che ho riservato loro tutto l'anno! Vale la pena rischiare?

Grazie a tutti per la eventuale risposta!

augusto73
Messaggi: 196
Iscritto il: lun set 05, 2011 2:14 pm
Regione: emiliaromagna

Re: Nuove arrivate, coppia di Horsfield

Messaggioda augusto73 » lun mag 04, 2015 1:20 pm

Ciao l importante è che il tasso di umidità sia basso altrimenti avrai problemi

Avatar utente
gianni
Messaggi: 181
Iscritto il: lun mag 18, 2009 9:16 am
Località: Genoa

Re: Nuove arrivate, coppia di Horsfield

Messaggioda gianni » mer mag 20, 2015 1:03 pm

leggi la scheda sul sito del TCI.
in genere la femmina è più grande del maschio, ma durante la crescita dipende dalla voracità del soggetto, dall'alimentazione e dal letargo.
la Horsfieldi è tra il genere Testudo molto delicata. Piu che il freddo, che combatte interrandosi in profondità, teme l'umidità , che non sopporta affatto essendo originaria di un areale freddo ma asciutto. il letargo controllato, se attuato alla giusta temperatura 5-10 gradi, non guasta mai.


Torna a “Terrestri Esotiche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti