Come promesso...Le mie tarteeee

Testudo graeca, hermanni, kleinmanni, marginata
Avatar utente
Agostino
Messaggi: 5288
Iscritto il: sab mag 21, 2005 9:06 am
Località: Emilia Romagna
Contatta:

Re: Come promesso...Le mie tarteeee

Messaggioda Agostino » mar apr 01, 2014 10:17 am

anche io ho molte marginate nate da me, troppo piramidizzate, specialmente quelle più vecchie, tenute sempre fuori e penso che sia stato un problema di alimentazione errata, ma non da porcherie tipo crocchette o carne o pomodori, ma dal fatto che per un pò di anni avevo seminato della dicondra, molto bella da vedere, ma troppo ricca di proteine vegetali, poi con gli anni se la sono mangiata tutta ed è sparita e credo sia l'a vera causa del problema. So benissimo che un problema c'è stato ed ormai non sono più recuperabili anche se hanno solo una decina di anni. Anche le tue se hanno 14 anni non sono più recuperabili, le piramidi rimarranno sempre, solo che se crescono bene adesso, la prossima crescita sarà corretta e nel complesso si noterà un poco meno ma quello che è fatto è fatto e non si corregge più.

Marginata Sicula
Messaggi: 17
Iscritto il: mar mar 25, 2014 6:27 pm
Regione: Sicilia

Re: Come promesso...Le mie tarteeee

Messaggioda Marginata Sicula » mar apr 01, 2014 5:32 pm

Ti ringrazio tanto per il tuo parere!
Io all'inizio avevo pensato ad un tipo di problema genetico, ma dopo questa tua osservazione mi sento parecchio rincuorato...ma come puó, anche solo una pianta, creare tutti quei problemi ? Non penso che le tue marginata mangiavano solamente questo, ma se conducevano una vita sana com'è possibile ? Sia per le mie che per le tue intendo...

Io spero di capitare delle belle pulzelle marginata e di farli riprodurre, anche quest'anno...perchè comunque sono sempre delle sarde, e a parte le "piramidine" sono degli esemplari bellissimi e sono convinto che portino un buon DNA : Flexion :
E ora mi viene la paura che sia difficile non fargliele venire ai piccoli questo punto! (??????)

Per il resto penso verrebbero alla luce delle marginata che raggiungerebbero dimensioni enormi : Chessygrin :

Avatar utente
Agostino
Messaggi: 5288
Iscritto il: sab mag 21, 2005 9:06 am
Località: Emilia Romagna
Contatta:

Re: Come promesso...Le mie tarteeee

Messaggioda Agostino » mar apr 01, 2014 7:23 pm

Secondo me non ti devi fare tanti problemi, magari cerca di capire le cause del problema, prova ad esporre come sono state allevate e chissà che non salti fuori qualcosa di importante da correggere, non si finisce mai di imparare........ valido per tutti !

Marginata Sicula
Messaggi: 17
Iscritto il: mar mar 25, 2014 6:27 pm
Regione: Sicilia

Re: Come promesso...Le mie tarteeee

Messaggioda Marginata Sicula » mar apr 01, 2014 9:27 pm

Ahah, beh...è vero, sicuramente mi faccio troppe paranoie, ma semplicemente perchè ci tengo.
Non si finisce mai di imparare, parole sante! : book :

Avatar utente
tartamau
Messaggi: 1232
Iscritto il: gio set 15, 2005 7:25 pm
Località: Toscana
Contatta:

Re: Come promesso...Le mie tarteeee

Messaggioda tartamau » dom apr 06, 2014 10:31 pm

Le marginata è la specie che normalmente cresce in modo più liscio di qualsiasi altra specie mediterranea. La piramidalizzazione è dovuta, più che dall'alimentazione, dal luogo dove vengono tenute e come. Se tanti esemplari di differenti dimensioni sono tenuti assieme, è normale che si schiaccino a vicenda e diventino delle frittelle. Se poi ci metti un ambiente secco che fa si che la parte in crescita delle squame si dissecchi eccessivamente, ecco allora che scappano fuori le cuspidi, ed una volta venute fuori c'è ben poco da fare, rimarranno a vita...
Qui in Italia la maggior parte delle marginata vengono dalla Sardegna ed i loro figli non sono certo geneticamente differenti da quelli che nascono nell'isola. Che poi 3 kg siano considerati un bel peso a 14 anni, chiaro che tutto è relativo alle dimensioni e dal volume dell'animale. Non ci si può aspettare granché se il volume è ridotto dall'appiattimento del carapace. Personalmente ho esemplari di poco più vecchi che raggiungono e superano i 5Kg, e probabilmente non sono neanche tanto più lunghi, aggirandosi nel caso delle femmine sui 30-32cm.
Ma penso che basti questa galleria fotografica per chiarire qualsiasi dubbio...

http://www.marginatasarda.it/specie_allevate.htm
www.testudoalbino.com

Avatar utente
EDG
Messaggi: 10715
Iscritto il: gio apr 20, 2006 8:17 pm
Località: Sicilia

Re: Come promesso...Le mie tarteeee

Messaggioda EDG » lun apr 07, 2014 12:04 pm

tartamau ha scritto:...

: ook :
Enrico

augusto73
Messaggi: 195
Iscritto il: lun set 05, 2011 2:14 pm
Regione: emiliaromagna

Re: Come promesso...Le mie tarteeee

Messaggioda augusto73 » lun apr 07, 2014 1:31 pm

A parte la leggera piramizzazione evidente,trovo i colori di quella marginata veramente stupendi.

Marginata Sicula
Messaggi: 17
Iscritto il: mar mar 25, 2014 6:27 pm
Regione: Sicilia

Re: Come promesso...Le mie tarteeee

Messaggioda Marginata Sicula » lun apr 07, 2014 11:45 pm

tartamau ha scritto:Le marginata è la specie che normalmente cresce in modo più liscio di qualsiasi altra specie mediterranea. La piramidalizzazione è dovuta, più che dall'alimentazione, dal luogo dove vengono tenute e come. Se tanti esemplari di differenti dimensioni sono tenuti assieme, è normale che si schiaccino a vicenda e diventino delle frittelle. Se poi ci metti un ambiente secco che fa si che la parte in crescita delle squame si dissecchi eccessivamente, ecco allora che scappano fuori le cuspidi, ed una volta venute fuori c'è ben poco da fare, rimarranno a vita...
Qui in Italia la maggior parte delle marginata vengono dalla Sardegna ed i loro figli non sono certo geneticamente differenti da quelli che nascono nell'isola. Che poi 3 kg siano considerati un bel peso a 14 anni, chiaro che tutto è relativo alle dimensioni e dal volume dell'animale. Non ci si può aspettare granché se il volume è ridotto dall'appiattimento del carapace. Personalmente ho esemplari di poco più vecchi che raggiungono e superano i 5Kg, e probabilmente non sono neanche tanto più lunghi, aggirandosi nel caso delle femmine sui 30-32cm.
Ma penso che basti questa galleria fotografica per chiarire qualsiasi dubbio...





Sono d'accordo...ma per il resto, cioè...da noi in sicilia il clima ad estate inoltrata è praticamente desertico! Per ovviare a questa "secchezza" eccessiva, e quindi evitare anche la piramidalizzazione, inumidisco più frequentemente il terreno ? che dite ?



augusto73 ha scritto:A parte la leggera piramizzazione evidente,trovo i colori di quella marginata veramente stupendi.


Ti ringrazio tantissimo :)
Finalmente un complimento! Beh, per i colori non c'è niente da dire, quando sono pulite rubano il tempo allo sguardo!
Per il peso...rettifico, pesate oggi stesso, sfiorano i quattro chili...risaliva a qualche tempo addietro la pesatura, e io non l'avevo ancora fatta!

Resta il problema della piramidalizzazione, quindi innaffio ?????? (premetto che i posti più che ombrosi in giardino ci sono, anche alle radici di alcuni alberelli...pensate siano sufficienti ?
: Thanks :

Avatar utente
tartamau
Messaggi: 1232
Iscritto il: gio set 15, 2005 7:25 pm
Località: Toscana
Contatta:

Re: Come promesso...Le mie tarteeee

Messaggioda tartamau » mar apr 08, 2014 6:42 am

Usa un bel cumulo di fieno, foglie e cos'altro di vegetale. Mantiene al di sotto il giusto grado di umidità senza dover innaffiare o altro ;)
www.testudoalbino.com

Avatar utente
Daniele 74
Messaggi: 261
Iscritto il: sab mag 21, 2011 1:43 pm
Regione: lazio
Località: roma

Re: Come promesso...Le mie tarteeee

Messaggioda Daniele 74 » mar apr 08, 2014 11:31 am

ciao maurizio sono daniele di roma del bestione sardo ti ricordi?
volevo dirti che la tartarughina che ho preso da te un paio di anni fà cresce benissimo ed è liscia come una palla da bigliardo...
la cosa strana è che la tengo con altre tre piccole nate due anni fà a me..bhè non ci crederai ma le mie hanno un leggero solco tra gli scuti..eppure mangiano le stesse identiche cose...stanno crescendo insieme...quindi ne deduco che l alimentazione non centri assolutamente nulla!!! il segreto sta nei primi giorni dopo la schiusa!

Avatar utente
tartamau
Messaggi: 1232
Iscritto il: gio set 15, 2005 7:25 pm
Località: Toscana
Contatta:

Re: Come promesso...Le mie tarteeee

Messaggioda tartamau » mar apr 08, 2014 12:51 pm

Esatto, quando le squame cornee sono più suscettibili alle variazioni di umidità. Innanzitutto appena nate permette la completa e perfetta distensione del carapace, quindi la prima crescita parte senza scalini. Quando l'animale è partito in un certo modo può solo non peggiorare, se messo nelle condizioni ottimali, i danni acquisiti rimangono.
Chiariamo subito una cosa, ciò indipendentemente dallo stato di salute generale dell'animale, che può essere in ogni caso buono.
Immaginate la squama. Ai bordi dove avviene la crescita la cheratina è ricca d'acqua. Ora immaginate la forza di tenzione che si può avere quando i margini della squama si disidratano e tirano verso l'interno della stessa. Poichè sono solidali con il sottostante osso, possono modificarne la forma, specie all'inizio quando l'osso è in realtà solo cartilagine. Se poi andiamo a vedere un esemplare morto, scopriremo che le placche ossee di cui è formato il carapace non corrispondono alle squame, ma i margini della piramidalizzazione stranamente si...
Le piccole vanno messe in ampi recinti erbosi, con substrato friabile e molta vegetazione secca. Se poi gli diamo da mangiare quello che si legge essere il meglio (si legge, ma spesso sono falsi miti), ma le si mette in piccoli terrari asciutti dove l'unico riparo è magari un coppo (sarebbero da abolire come le varie casette) o in pratini all'inglese, il risultato è quasi certamente una qualche deformazione. Anche in virtù del fatto che in tali condizioni le piccole tendono ad ammassarsi l'una sull'altra deformandosi, mentre in ampi spazi esbosi ognuna si infila dove preferisce...
Provare per credere : Thumbup :
www.testudoalbino.com

Marginata Sicula
Messaggi: 17
Iscritto il: mar mar 25, 2014 6:27 pm
Regione: Sicilia

Re: Come promesso...Le mie tarteeee

Messaggioda Marginata Sicula » mar apr 08, 2014 5:18 pm

tartamau ha scritto:Usa un bel cumulo di fieno, foglie e cos'altro di vegetale. Mantiene al di sotto il giusto grado di umidità senza dover innaffiare o altro ;)


Perfetto, grazie : Chessygrin :

Per il resto grazie infinite per i consigli maurizio, pura sagezza! Posso dire di aver imparato tantissimo, e finalmente appaiono molto chiare le cause della piramidalizzazione!

Le testuggini vanno tenute in un ambiente non troppo secco, favorendo un substrato vegetale ( o\con fieno) fin da appena schiuse...è il primo ciclo di crescita a determinare il futuro andamento del carapace, favorendo inoltre alle piccole, uno spazio sufficiente da permettere loro di potersi riparare\nascondersi tra i cumuli di fieno e le erbette varie...una volta partita bene, il resto è in discesa!!! fondo morbido e....niente confusione o accalcamento...sembrano quasi cose scontate, cui però pochi, a volte, prestano attenzione.

Il confronto è una cosa meravigliosa!


Torna a “Foto Tartarughe terrestri mediterranee”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Yahoo [Bot] e 2 ospiti