articolo sul messaggero

Le tartarughe nella storia, nell'arte, nella cultura del mondo.
Avatar utente
yuri
Messaggi: 1703
Iscritto il: mer nov 08, 2006 3:12 pm
Località: Italia-Abruzzo-Texas

articolo sul messaggero

Messaggioda yuri » dom dic 09, 2007 11:02 am

ho appena letto questo articolo sul messaggero di oggi


Sabato 08 Dicembre 2007

di ANTONIA CIMINI

PECHINO - Per 50 anni è stata considerata una tartaruga come tante, in uno dei tanti zoo di provincia della Cina. Oggi, però, le autorità di Changsha si sono accorte di avere tra le mani l'ultimo esemplare femmina di tartaruga gigante dello Yangtze, un mammifero :o) ormai scomparso dalle acque del fiume più lungo del Paese, di cui per anni gli esperti hanno cercato gli ultimi superstiti per preservare la specie. Questa femmina di 80 anni l'hanno trovata quasi per caso solo qualche mese fa, allorquando una circolare della Wildlife Conservation Society cinese, spedita a tutti gli zoo del Paese, invitava chiunque avesse notizie su tartarughe giganti a farsi avanti. «L'abbiamo trattata come una qualsiasi tartaruga», ha dichiarato il vice direttore dello zoo di Changsha, Yan Xiahui, egli stesso ignaro del valore dell'animale, acquistato nel 1956 da un circo di passaggio nella zona. Ora la tartaruga è protetta da un vetro antiproiettile. Agli esperti non resta che una scommessa, sperare che l'incontro con l'unico maschio in vita, un esemplare di 100 anni custodito nello zoo di Suzhou, previsto per la prossima primavera, si riveli fruttuoso. Se l'amore fra i due vetusti animali produrrà degli eredi la specie potrà salvarsi, altrimenti l'estinzione aspetta anche la tartaruga gigante dello Yangtze, sacrificata in nome di uno sviluppo che tiene in scarsa considerazione l'ambiente. Secondo la lista rossa delle specie minacciate, compilata dalla World Conservation Union per il 2007, in Cina esiste «un numero particolarmente alto di specie a rischio di estinzione», 47, mentre il quadro presentato da altri esperti è ancora più allarmante, con il 40% dei mammiferi e il 70% delle piante a rischio. La minaccia principale all'ecosistema del Paese arriva dall'inquinamento, il rovescio della medaglia di una crescita che quest'anno toccherà il record dell'11,5%, spinta dalla produzione industriale a basso costo per la quale gli standard ambientali sono soltanto un capriccio sulla carta. Ed il risultato sono numeri spaventosi: il 75% dell'acqua dei laghi è inquinata, come pure il 50% delle acque sotterranee. E lo Yangtze ha il triste primato di essere il fiume più inquinato del Paese dal momento che assorbe il 40% delle acque di scarico di tutta la Cina. Una prima vittima la noncuranza ambientale l'ha già fatta, è il delfino dalla pinna bianca dello Yangtze, il Baiji, dichiarato ufficialmente scomparso a settembre. A breve potrebbero seguirlo altre specie sotto minaccia, quali l'alligatore cinese e l'antilope tibetana, già inseriti in programmi di salvaguardia dal governo, sulla scia dell'esperimento riuscito con il Panda gigante, spinto alla riproduzione in riserve naturali. Per altre specie, invece, la minaccia è culturale: le zampe di tigre sono un ingrediente della medicina tradizionale, e l'orso è una prelibatezza culinaria. Ma è la sensibilizzazione che manca in un Paese dove il grido più assordante è quello dell'arricchimento a tutti i costi.

Avatar utente
Luca-VE
Messaggi: 8512
Iscritto il: mar mag 24, 2005 12:44 pm
Località: Venezia

Messaggioda Luca-VE » dom dic 09, 2007 11:33 am

Beh, a parte il "mammifero" l'articolo e' condivisibile direi.
La cosa che mi stupisce pero' e' che il direttore e il personale di uno zoo mantengano per oltre 50 anni un animale senza nemmeno sapere che specie sia, capisco se lo fa un privato ma trovo inconcepibile che delle persone "qualificate" non abbiano la minma curiosita' di sapere che animali possiedono...
In ogni caso, speriamo bene nell'incontro tra i 2 "vecchietti".

twisty
Messaggi: 1565
Iscritto il: sab lug 29, 2006 10:48 am

Messaggioda twisty » dom dic 09, 2007 10:54 pm

ma è di acqua o di terra??
non per gufare..ma se obiettivamente son così vecchie possono riprodursi ancora?
che l'abbiano tenuta senza sapere cosa fosse non mi meraviglia. ci sono pochi allevatori cinesi coi controfiocchi. proprio nei loro forum ho visto cose agghiaccianti (ti invio un link) che comunque si risolvevano bene.
mah!

Avatar utente
Barbara
Messaggi: 9779
Iscritto il: mar mag 22, 2007 8:49 am
Località: Liguria La Spezia
Contatta:

Messaggioda Barbara » dom dic 09, 2007 11:52 pm

Citazione:
Messaggio inserito da Luca-VE

Beh, a parte il "mammifero" l'articolo e' condivisibile direi.
La cosa che mi stupisce pero' e' che il direttore e il personale di uno zoo mantengano per oltre 50 anni un animale senza nemmeno sapere che specie sia, capisco se lo fa un privato ma trovo inconcepibile che delle persone "qualificate" non abbiano la minma curiosita' di sapere che animali possiedono...
In ogni caso, speriamo bene nell'incontro tra i 2 "vecchietti".



Va già bene che non se la siano mangiata...:I
Per i vecchietti pensiamo al buon Charlie Chaplin:D... finché c'è vita c'è speranza;)

Avatar utente
yuri
Messaggi: 1703
Iscritto il: mer nov 08, 2006 3:12 pm
Località: Italia-Abruzzo-Texas

Messaggioda yuri » lun dic 10, 2007 2:11 pm

è una guscio molle,almeno dalla foto che c'era sul messaggero,sembrava una di quelle che sono nel laghetto del monastero e considerate sacre.poi se la foto era giusta non so,gia che non hanno masso una foto di un panda hanno fatto un grande passo:D

Avatar utente
Tortugo
Messaggi: 6656
Iscritto il: lun nov 20, 2006 6:09 pm
Località: Lazio

Messaggioda Tortugo » lun dic 10, 2007 9:30 pm

Maledetto:D:D:D:D:D
mi hai anticipato di pochissimo.....stavo traducendo a grandi linee l'articolo per chi non mastica benissimo l'inglese....la notizia è apparsa sull'Herald Tribune:
si parla della Rafetus swinhoei
Gli esemplari rimasti erano davvero pochi, tipo 6....poi non hanno trovato (non hanno "voluto" raggiungere) un accoro i centri che avevano questi esemplari adulti ( si parla di animali di 1 m) e quindi alcuni sono morti...ora a quanto pare ne rimarrebbero solo 2, un maschio e una femmina. E' intervenuto anche Pritchard, che sta facendo il possibile per salvare questa specie....
http://www.iht.com/ qui potete trovare l'articolo, se fate la ricerca del nome...

Avatar utente
Guscioduro
Messaggi: 2990
Iscritto il: dom feb 12, 2006 10:38 pm
Località: Lombardia

Messaggioda Guscioduro » lun dic 10, 2007 9:54 pm

ecco il link con filmino, interessante e...desolante!:(

http://www.iht.com/articles/2007/12/03/asia/turtle.php

Avatar utente
yuri
Messaggi: 1703
Iscritto il: mer nov 08, 2006 3:12 pm
Località: Italia-Abruzzo-Texas

Messaggioda yuri » mar dic 11, 2007 10:54 am

Citazione:
Messaggio inserito da Tortugo

Maledetto:D:D:D:D:D
mi hai anticipato di pochissimo

perchè io la domenica mattina mi alzo presto per andare a far colazione al bar e leggere il giornale a sbafo,tu invece te la dormi:D
bello il link sul concerto dei Led Zeppelin che hai messo8D

Avatar utente
CHELUS85
Messaggi: 872
Iscritto il: mar ago 08, 2006 12:43 pm
Località: Lazio

Messaggioda CHELUS85 » mar dic 11, 2007 11:07 am

allora speriamo davvero che questi ultimi due esemplari si incontrino molto presto e il loro incontro dia origine a una nuova generazione di Rafetus swinhoei,ma sono tranquillo perchè so che se ne sta occupando personalmente il grande studioso di tartarughe Peter Pritchard e penso che la cosa avrà un lieto fine grazie a lui...;)

Avatar utente
Luca-VE
Messaggi: 8512
Iscritto il: mar mag 24, 2005 12:44 pm
Località: Venezia

Messaggioda Luca-VE » mar dic 11, 2007 2:36 pm

Citazione:
Messaggio inserito da Guscioduro

ecco il link con filmino, interessante e...desolante!:(

http://www.iht.com/articles/2007/12/03/asia/turtle.php



Molto desolante :(
Pensare che ne rimanevano cosi poche, e non sono stati capaci di accordarsi e progettare un recupero...nemmeno ora che sono solo in 2, i 2 zoo non erano d'accordo nel cedere il proprio esemplare.
Da quanto ho capito, l'anno prossimo (campa cavallo...) verranno portate nello stesso luogo in uno stagno e si provera' inizialmente l'inseminazione artificiale, per poi in secondo luogo l'accoppiamento naturale, sotto supervisione di Gerald Kuchling.
In ogni caso tutti gli aspetti di questa vicenda sono di una tristezza unica, dal rispetto totalmente assente per ogni forma di vita, al fatto che per dispute non si sia arrivati a un accordo, che l'esemplare sia rimasto per 50 anni praticamente "buttato li", e anche il fatto che se tutto andasse bene e si arrivasse alla schiusa dei piccoli, il oro habitat non esiste piu' in natura...

Avatar utente
cecilia
Messaggi: 2258
Iscritto il: sab ott 13, 2007 9:08 am
Località: Umbria

Messaggioda cecilia » mar dic 11, 2007 3:50 pm

accidenti che tristezza... non e' giusto pero'!!! ancora un altra dimostrazione della crudelta' degli uomini verso questi animali, mi stupisco proprio che si tratta di zoo dove in teoria dovrebbero esserci persone competenti ad occuparsi di loro...[:19][:19]

Avatar utente
Tortugo
Messaggi: 6656
Iscritto il: lun nov 20, 2006 6:09 pm
Località: Lazio

Messaggioda Tortugo » mar dic 11, 2007 7:49 pm

Questa è una foto trovata sul web della Rafetus swinhoei


Immagine:
Immagine
39,47 KB

twisty
Messaggi: 1565
Iscritto il: sab lug 29, 2006 10:48 am

Messaggioda twisty » mar dic 11, 2007 8:26 pm

si strusciano tanto la statua... perchè non si strusciano la tartaruga?
pietoose le condizioni in cui vengono tenute. mi auguro che passi in mano migliori sul serio..altrimenti..stay fresh.
non èche si adattano al nostro clima?avrei un posto dove tenerle e magari stan pure meglio!

http://www.youtube.com/watch?v=ySua8KWc ... re=related
http://www.youtube.com/watch?v=-J9IASta ... re=related

questa no?

Avatar utente
Guscioduro
Messaggi: 2990
Iscritto il: dom feb 12, 2006 10:38 pm
Località: Lombardia

Messaggioda Guscioduro » mar dic 11, 2007 9:22 pm

Citazione:
Messaggio inserito da Luca-VE

Citazione:
Messaggio inserito da Guscioduro

ecco il link con filmino, interessante e...desolante!:(

http://www.iht.com/articles/2007/12/03/asia/turtle.php



Molto desolante :(
Pensare che ne rimanevano cosi poche, e non sono stati capaci di accordarsi e progettare un recupero...nemmeno ora che sono solo in 2, i 2 zoo non erano d'accordo nel cedere il proprio esemplare.
Da quanto ho capito, l'anno prossimo (campa cavallo...) verranno portate nello stesso luogo in uno stagno e si provera' inizialmente l'inseminazione artificiale, per poi in secondo luogo l'accoppiamento naturale, sotto supervisione di Gerald Kuchling.
In ogni caso tutti gli aspetti di questa vicenda sono di una tristezza unica, dal rispetto totalmente assente per ogni forma di vita, al fatto che per dispute non si sia arrivati a un accordo, che l'esemplare sia rimasto per 50 anni praticamente "buttato li", e anche il fatto che se tutto andasse bene e si arrivasse alla schiusa dei piccoli, il oro habitat non esiste piu' in natura...


Molto triste.

Solo per uno stupido orgoglio (o ostracismo?), rischiano di sparire dalla Terra.V

Avatar utente
Guscioduro
Messaggi: 2990
Iscritto il: dom feb 12, 2006 10:38 pm
Località: Lombardia

Messaggioda Guscioduro » mar dic 11, 2007 9:23 pm

Bello il secondo link postato da Twisty, fa molto... Loch Ness!


Torna a “Storia, arte, cultura”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti