Le specie - lista completa e aggiornata

Le tartarughe nella storia, nell'arte, nella cultura del mondo.
Avatar utente
EDG
Messaggi: 10715
Iscritto il: gio apr 20, 2006 8:17 pm
Località: Sicilia

Le specie - lista completa e aggiornata

Messaggioda EDG » mer gen 12, 2011 12:52 pm

Come molti sicuramente già sanno, la tassonomia che riguarda le tartarughe è tra le più complesse, dato che vengono aggiunte, sostituite o eliminate specie di anno in anno e da parte degli studiosi spesso è difficile trovare una linea di pensiero uniforme. Ma nonostante questo, è stato possibile fare un elenco di tutte le specie attualmente riconosciute, ho volutamente escluso le sottospecie perchè altrimenti la questione si sarebbe complicata, ma se su queste ci possono essere dubbi, sulle specie credo che sia giusto avere un'idea chiara. Sono arrivato a questo elenco prendendo come riferimento diverse fonti, al momento non è possibile trovarne una che corrisponda pienamente, dato che tutte bene o male presentano errori o smentite da parte di altri studiosi. Per questo spero che la discussione sia motivo di confronto, se avete dubbbi su alcune specie in particolare cercherò di riportare l'articolo sullo studio che le riguarda; e anche se credete che ne manca qualcuna oppure sono presenti possibili sinonimi fatelo presente, perchè questa lista per quanto attualmente possa essere a mio parere la più corretta, sarà indubbiamente soggetta ad aggiornamenti e correzioni alle quali dovremmo adeguarci, quindi qualsiasi novità che trovate sulla tassonomia fatela presente.

Tutte le specie di tartarughe (terrestri, acquatiche e marine) sono divise tra quattordici famiglie, che riporto in ordine alfabetico senza distinzione tra Cryptodira e Pleurodira.

CARETTOCHELYIDAE
Carettochelys insculpta

CHELIDAE
Acanthochelys macrocephala
Acanthochelys pallidipectoris
Acanthochelys radiolata
Acanthochelys spixii
Chelodina burrungandjii
Chelodina canni
Chelodina colliei
Chelodina expansa
Chelodina gunaleni
Chelodina longicollis
Chelodina mccordi
Chelodina novaeguineae
Chelodina parkeri
Chelodina pritchardi
Chelodina reimanni
Chelodina rugosa
Chelodina steindachneri
Chelodina walloyarrina
Chelus fimbriata
Elseya albagula
Elseya branderhorsti
Elseya dentata
Elseya irwini
Elseya lavarackorum
Elseya novaeguineae
Elusor macrurus
Emydura macquarii
Emydura subglobosa
Emydura tanybaraga
Emydura victoriae
Hydromedusa maximiliani
Hydromedusa tectifera
Mesoclemmys dahli
Mesoclemmys gibba
Mesoclemmys heliostemma
Mesoclemmys hogei
Mesoclemmys nasuta
Mesoclemmys perplexa
Mesoclemmys raniceps
Mesoclemmys tuberculata
Mesoclemmys vanderhaegei
Mesoclemmys zuliae
Myuchelys bellii
Myuchelys georgesi
Myuchelys latisternum
Myuchelys purvisi
Phrynops geoffroanus
Phrynops hilarii
Phrynops tuberosus
Phrynops williamsi
Platemys platycephala
Pseudemydura umbrina
Rheodytes leukops
Rhinemys rufipes


CHELONIIDAE
Caretta caretta
Chelonia mydas
Eretmochelys imbricata
Lepidochelys kempii
Lepidochelys olivacea
Natator depressus


CHELYDRIDAE
Chelydra acutirostris
Chelydra rossignonii
Chelydra serpentina
Macrochelys temminckii


DERMATEMYDIDAE
Dermatemys mawii

DERMOCHELYIDAE
Dermochelys coriacea

EMYDIDAE
Chrysemys dorsalis
Chrysemys picta
Clemmys guttata
Deirochelys reticularia
Emys blandingii
Emys marmorata
Emys orbicularis
Emys trinacris
Glyptemys insculpta
Glyptemys muhlenbergii
Graptemys barbouri
Graptemys caglei
Graptemys ernsti
Graptemys flavimaculata
Graptemys geographica
Graptemys gibbonsi
Graptemys nigrinoda
Graptemys oculifera
Graptemys ouachitensis
Graptemys pearlensis
Graptemys pseudogeographica
Graptemys pulchra
Graptemys versa
Malaclemys terrapin
Pseudemys alabamensis
Pseudemys concinna
Pseudemys floridana
Pseudemys gorzugi
Pseudemys nelsoni
Pseudemys rubriventris
Pseudemys texana
Terrapene carolina
Terrapene coahuila
Terrapene nelsoni
Terrapene ornata
Trachemys adiutrix
Trachemys callirostris
Trachemys decorata
Trachemys decussata
Trachemys dorbigni
Trachemys emolli
Trachemys gaigeae
Trachemys nebulosa
Trachemys ornata
Trachemys scripta
Trachemys stejnegeri
Trachemys taylori
Trachemys terrapen
Trachemys venusta
Trachemys yaquia


GEOEMYDIDAE
Batagur affinis
Batagur baska
Batagur borneoensis
Batagur dhongoka
Batagur kachuga
Batagur trivittata
Cuora amboinensis
Cuora aurocapitata
Cuora bourreti
Cuora flavomarginata
Cuora galbinifrons
Cuora mccordi
Cuora mouhotii
Cuora pani
Cuora picturata
Cuora trifasciata
Cuora yunnanensis
Cuora zhoui
Cyclemys atripons
Cyclemys dentata
Cyclemys enigmatica
Cyclemys fusca
Cyclemys gemeli
Cyclemys oldhamii
Cyclemys pulchristriata
Cyclemys tcheponensis
Geoclemys hamiltonii
Geoemyda japonica
Geoemyda spengleri
Hardella thurji
Heosemys annandalii
Heosemys depressa
Heosemys grandis
Heosemys spinosa
Leucocephalon yuwonoi
Malayemys macrocephala
Malayemys subtrijuga
Mauremys annamensis
Mauremys caspica
Mauremys japonica
Mauremys leprosa
Mauremys mutica
Mauremys nigricans
Mauremys reevesii
Mauremys rivulata
Mauremys sinensis
Melanochelys tricarinata
Melanochelys trijuga
Morenia ocellata
Morenia petersi
Notochelys platynota
Orlitia borneensis
Pangshura smithii
Pangshura sylhetensis
Pangshura tecta
Pangshura tentoria
Rhinoclemmys annulata
Rhinoclemmys areolata
Rhinoclemmys diademata
Rhinoclemmys funerea
Rhinoclemmys melanosterna
Rhinoclemmys nasuta
Rhinoclemmys pulcherrima
Rhinoclemmys punctularia
Rhinoclemmys rubida
Sacalia bealei
Sacalia quadriocellata
Siebenrockiella crassicollis
Siebenrockiella leytensis
Vijayachelys silvatica


KINOSTERNIDAE
Claudius angustatus
Kinosternon acutum
Kinosternon alamosae
Kinosternon angustipons
Kinosternon arizonense
Kinosternon baurii
Kinosternon chimalhuaca
Kinosternon creaseri
Kinosternon dunni
Kinosternon durangoense
Kinosternon flavescens
Kinosternon herrerai
Kinosternon hirtipes
Kinosternon integrum
Kinosternon leucostomum
Kinosternon oaxacae
Kinosternon scorpioides
Kinosternon sonoriense
Kinosternon subrubrum
Staurotypus salvinii
Staurotypus triporcatus
Sternotherus carinatus
Sternotherus depressus
Sternotherus minor
Sternotherus odoratus


PELOMEDUSIDAE
Pelomedusa subrufa
Pelusios adansonii
Pelusios bechuanicus
Pelusios broadleyi
Pelusios carinatus
Pelusios castaneus
Pelusios castanoides
Pelusios chapini
Pelusios cupulatta
Pelusios gabonensis
Pelusios marani
Pelusios nanus
Pelusios niger
Pelusios rhodesianus
Pelusios sinuatus
Pelusios subniger
Pelusios upembae
Pelusios williamsi


PLATYSTERNIDAE
Platysternon megacephalum

PODOCNEMIDIDAE
Erymnochelys madagascariensis
Peltocephalus dumerilianus
Podocnemis erythrocephala
Podocnemis expansa
Podocnemis lewyana
Podocnemis sextuberculata
Podocnemis unifilis
Podocnemis vogli


TESTUDINIDAE
Aldabrachelys gigantea
Astrochelys radiata
Astrochelys yniphora
Centrochelys sulcata
Chelonoidis becki
Chelonoidis carbonaria
Chelonoidis chilensis
Chelonoidis darwini
Chelonoidis denticulata
Chelonoidis duncanensis
Chelonoidis hoodensis
Chelonoidis porteri
Chelonoidis vicina
Chersina angulata
Geochelone elegans
Geochelone platynota
Gopherus agassizii
Gopherus berlandieri
Gopherus flavomarginatus
Gopherus morafkai
Gopherus polyphemus
Homopus areolatus
Homopus boulengeri
Homopus femoralis
Homopus signatus
Homopus solus
Indotestudo elongata
Indotestudo forstenii
Indotestudo travancorica
Kinixys belliana
Kinixys erosa
Kinixys homeana
Kinixys lobatsiana
Kinixys natalensis
Kinixys spekii
Malacochersus tornieri
Manouria emys
Manouria impressa
Psammobates geometricus
Psammobates oculifer
Psammobates tentorius
Pyxis arachnoides
Pyxis planicauda
Stigmochelys pardalis
Testudo graeca
Testudo hermanni
Testudo horsfieldii
Testudo kleinmanni
Testudo marginata


TRIONYCHIDAE
Amyda cartilaginea
Apalone ferox
Apalone mutica
Apalone spinifera
Chitra chitra
Chitra indica
Chitra vandijki
Cyclanorbis elegans
Cyclanorbis senegalensis
Cycloderma aubryi
Cycloderma frenatum
Dogania subplana
Lissemys ceylonensis
Lissemys punctata
Lissemys scutata
Nilssonia formosa
Nilssonia gangeticus
Nilssonia hurum
Nilssonia leithii
Nilssonia nigricans
Palea steindachneri
Pelochelys bibroni
Pelochelys cantorii
Pelochelys signifera
Pelodiscus axenaria
Pelodiscus maackii
Pelodiscus parviformis
Pelodiscus sinensis
Rafetus euphraticus
Rafetus swinhoei
Trionyx triunguis


TOTALE SPECIE: 319
Ultima modifica di EDG il lun giu 25, 2012 3:37 pm, modificato 15 volte in totale.
Motivazione: Non specificata
Enrico

Avatar utente
Barbara
Messaggi: 9779
Iscritto il: mar mag 22, 2007 8:49 am
Località: Liguria La Spezia
Contatta:

Re: Le specie - lista completa e aggiornata

Messaggioda Barbara » mer gen 12, 2011 3:43 pm

Ottimo lavoro Enrico : Chessygrin : è proprio utile per avere le idee un pò più chiare almeno sulla classificazione delle specie : Thumbup :

Stefano_A
Messaggi: 540
Iscritto il: mar gen 16, 2007 1:08 pm

Re: Le specie - lista completa e aggiornata

Messaggioda Stefano_A » mer gen 12, 2011 11:03 pm

Ciao EDG,
posso chiederti tenendo in considerazione quale Concetto di Specie in particolare hai “optato” per una tale checklist?
Parlando solo per un paio di casi qui menzionati perché di mia conoscenza, ad esempio, sembrerebbe che il riconoscimento di alcune soluzioni tassonomiche deponga per l’adozione di un Concetto Biologico di Specie (il disconoscimento dei diversi taxa ascrivibili al graeca-complex nell’ambito qui del genere Testudo), mentre in maniera apparentemente ambivalente riconosci, secondo quello che sembrerebbe invece il rifarsi ad un Concetto Filogenetico di Specie, il rango di specie (e non sottospecifico) ad alcune forme del genere Chelydra (acutirostris e rossignonii) che, senza meno, converrai ben meno politipiche dell’esempio precedente. Lungi dall’essere in accordo con l’inflazione tassonomica proposta da Jarmo Perala, espressione diretta di un vero e proprio concitato avvicendarsi dei diversi Concetti di Specie – in particolare l’adozione di quello Filogenetico (Cracraft, 1983; Mishler & Brandon, 1987; Nixon & Wheeler, 1990) in vece di quello Biologico (Mayr, 1947) – che all’effettiva scoperta e descrizione di nuovi taxa precedentemente sconosciuti (Groeneveld, 2008; Isaac et al., 2004, Mace, 2004), auspico comunque l’adozione di un’epistemologia tassonomica chiara e definita nei suoi presupposti di base. Se il Concetto Biologico di Specie ha infatti permesso ed incoraggiato l’accorpamento di specie diverse perché tra loro potenzialmente ibridabili (lumping), il Concetto Filogenetico di Specie ha invece concepito le specie quali segmenti di popolazioni riconoscibili a livello di singolo lignaggio (Simpson, 1951; Mayr, 1969; Wiley, 1978; Cracraft, 1983; Bock, 2004; De Queiroz, 2005a, 2005b), portando quindi all’individuazione di più “unità evolutivamente significative” all’interno della medesima entità zoologica (splitting).
Chi legittima quindi la presente checklist a sostenere la significatività evolutiva di più unità ascrivibili al genere Chelydra in vece dell’indistinto fato destinato alle polimorfiche popolazioni del graeca-complex?
Grazie
Stefano

Avatar utente
EDG
Messaggi: 10715
Iscritto il: gio apr 20, 2006 8:17 pm
Località: Sicilia

Re: Le specie - lista completa e aggiornata

Messaggioda EDG » gio gen 13, 2011 12:46 pm

Ciao Stefano, come ho detto nel messaggio di apertura io ho preso informazioni da diverse fonti attendibili (studiosi che fanno questo per professione), ovviamente io non ho fatto studi diretti ma mi sono limitato a interpretare i loro lavori; non studio biologia e per quanto alcuni termini li conosco ugualmente vedo che il tuo discorso è abbastanza tecnico e complesso, ammetto che non sono sicuro di avere capito con esattezza tutto ciò che vuoi dire.
In parole povere, ciò che non ti convince è l'elevazione di alcune sottospecie di Chelydra serpentina a specie? Quindi ti chiedi come mai lo stesso non è stato fatto con le numerose Testudo graeca?
la risposta scontata a queste domande dovrebbe riguardare il DNA, ovvero quelle differenze genetiche tali da considerare o distinguere una specie da una sottospecie, ma in che percentuale tali differenze devono essere questo non lo so, è un incognita alla quale ancora non ho trovato risposta; inoltre va considerato se si parla di DNA nucleare o mitocondriale, e anche quì ci sono pareri differenti e la questione va oltre le mie competenze. In ogni caso non bastano le sole differenze morfologiche per parlare di nuove specie o sottospecie.
Visto che per adesso hai menzionato solo Testudo graeca e Chelydra serpentina riporto un po' di informazioni sulla tassonomia che le riguardano, sperando che ti possano essere di aiuto.

Iniziamo da Testudo graeca. Le sottospecie attualmente riconosciute, esclusi i vari sinonimi, sono dieci:
Testudo graeca armeniaca
Testudo graeca buxtoni
Testudo graeca cyrenaica
Testudo graeca graeca
Testudo graeca ibera
Testudo graeca marokkensis
Testudo graeca nabeulensis
Testudo graeca soussensis
Testudo graeca terrestris
Testudo graeca zarudnyi
Alcuni ritengono che sia più corretto fare una distinzione tra le popolazioni del Nord Africa e quelle del Sudest Europa, prendendo in considerazione per le prime solo graeca graeca e per le seconde graeca ibera, ovvero in tal caso verrebbero riconosciite solo queste due sottospecie; per altri invece sarebbero addirittura da elevare a specie, quindi Testudo graeca e Testudo ibera, le quali a loro volta comprenderebbero le sottospecie restanti a seconda della provenienza geografica. A proposito segnalo questo articolo presente nella homepage http://www.tartaclubitalia.it/testudo-ibera ma come si può vedere non si parla di studi genetici che confermano questa teoria, quindi al momento non può che rimanere tale.
Uwe Fritz e Peter Havas nella loro checklist del 2007 continuano a considerare come unica specie Testudo graeca con le sue sottospecie tra cui ibera e le altre senza distinzione tra Africa e Europa, e lo stesso viene fatto nella più recente checklist del 2010 da altri studiosi (Anders G.J.Rhodin, Peter Paul Van Dijk, John B.Iverson...). Quindi al momento la situazione è questa.

Passando a Chelydra, inzialmente questo genere comprendeva una sola specie, Chelydra serpentina con le seguenti quattro sottospecie:
Chelydra serpentina acutirostris
Chelydra serpentina osceola
Chelydra serpentina rossignonii
Chelydra serpentina serpentina
Adesso le sottospecie sono rimaste due (osceola e rossignonii), dato che acutirostris e rossignonii sono state elevate a specie, dagli stessi autori delle checklist del 2007 e del 2010 che riporto di seguito:
http://www.iucn-tftsg.org/wp-content/up ... s_2007.pdf
http://www.iucn-tftsg.org/wp-content/up ... 3_2010.pdf
Enrico

Stefano_A
Messaggi: 540
Iscritto il: mar gen 16, 2007 1:08 pm

Re: Le specie - lista completa e aggiornata

Messaggioda Stefano_A » gio gen 13, 2011 2:31 pm

EDG ha scritto:In parole povere, ciò che non ti convince è l'elevazione di alcune sottospecie di Chelydra serpentina a specie? Quindi ti chiedi come mai lo stesso non è stato fatto con le numerose Testudo graeca?
la risposta scontata a queste domande dovrebbe riguardare il DNA, ovvero quelle differenze genetiche tali da considerare o distinguere una specie da una sottospecie, ma in che percentuale tali differenze devono essere questo non lo so, è un incognita alla quale ancora non ho trovato risposta; inoltre va considerato se si parla di DNA nucleare o mitocondriale, e anche quì ci sono pareri differenti e la questione va oltre le mie competenze. In ogni caso non bastano le sole differenze morfologiche per parlare di nuove specie o sottospecie



Ciao Enrico,
evidentemente non mi sono spiegato bene, in quanto no, non è questo che ti sto chiedendo dal momento che ti do pienamente ragione sul fatto che sia biologi che i tassonomisti non sappiano "cosa" di fatto permetta licealmente o meno di definire il rango tassonomico di un taxon : dati di natura biogeografica (una condizione di allopatria?), di isolamento riproduttivo (l'assenza totale di flusso genico?), una distinguibilità genetico-molecolare (la famosa diatriba sul 7% o più di divergenza nel DNA mitocondriale?), esplicite differenze morfologico-fenotipiche (dati di ordine meristico?)... E potrei continuare ma, di fatto, nessuno di questi "criteri" basta di per sé a definire alcunché. E quindi "di fatto" concordo con te solidalmente sul fatto che tutto ciò sia un'incognita alla quale ancora non hai potuto trovato risposta. La mia domanda è perché, se te lo sei motivato nel redigere tale checklist, consultando le più diverse fonti di erpetologi appartenenti a diverse aree di studio, tu abbia operato la scelta di presentare una lista con i distinguo che ti ho citato nel mio precedente. Che Perala abbia creato più un bailamme che altro definendo ogni singola popolazione di graeca alla stregua di un lignaggio evolutivamente significativo da "definirlo" con tanto di ufficialità tassonomica a rango specifico è finanche risibile, ordunque perché invece per le forme del serpentina-complex non hai ritenuto tale accorgimento altrettanto criticabile? Tutto qui. In definitiva non una critica a ciò che gli autori hanno proposto ma la richiesta di una spiegazione del perché una situazione l'hai intesa in un modo ed un'altra similare in maniera contraria.
Grazie

Avatar utente
EDG
Messaggi: 10715
Iscritto il: gio apr 20, 2006 8:17 pm
Località: Sicilia

Re: Le specie - lista completa e aggiornata

Messaggioda EDG » gio gen 13, 2011 3:37 pm

Tu possibilmente ti sei spiegato bene, forse sono io che non riesco a seguirti.
Ho aperto questa discussione proprio per sentire diversi pareri e migliorare insieme questo elenco, di certo non con la pretesa di non avere fatto errori quindi questi confronti non possono che farmi piacere; ammetto che proprio questa classificazione che riguarda le Chelydra non mi aveva mai convinto del tutto, ma la conferma riportata nella checklist del 2010 e non solo mi ha fatto arrivare a questa conclusione, anche in questi articoli è possibile vedere che acutirostris e rossignonii presentano una percentuale di differenze maggiori rispetto a s.serpentina e s.osceola:
http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1 ... x/abstract
http://zipcodezoo.com/Animals/C/Chelydra_rossignoni/
Se poi dici che lo stesso criterio non è stato usato per Testudo ibera, questo non lo so, su internet (io consulto principalmente questo) non riesco a trovare studi riguardanti la possibile elevazione a specie di ibera (a parte l'articolo scritto per il tartaclubitalia), al contrario invece che per le Chelydra, penso che un motivo ci sia. Se poi hai qualche link da suggerire mettili pure.
Oltre queste due specie, ce ne sono altre che consideri nella stessa situazione?
Enrico

Avatar utente
Alessandro
Messaggi: 1257
Iscritto il: ven ott 30, 2009 5:43 pm
Località: Varese

Re: Le specie - lista completa e aggiornata

Messaggioda Alessandro » gio gen 13, 2011 4:06 pm

Stefano_A ha scritto:Chi legittima quindi la presente checklist a sostenere la significatività evolutiva di più unità ascrivibili al genere Chelydra in vece dell’indistinto fato destinato alle polimorfiche popolazioni del graeca-complex?


Scusate l'intromissione...
Stefano, faccio un po' fatica a seguire il tuo discorso a causa del modo articolato con il quale esprimi i vari concetti, ma alla quarta rilettura penso di aver afferrato il concetto (NB non sei tu che scrivi male ma io che sono un po' duro... : Wink : , però poi con calma ci arrivo : Chessygrin : )

Invece non mi è proprio chiara la tua ultima domanda... saresti così gentile da spiegarla un po'meglio? grazie.

Stefano_A
Messaggi: 540
Iscritto il: mar gen 16, 2007 1:08 pm

Re: Le specie - lista completa e aggiornata

Messaggioda Stefano_A » gio gen 13, 2011 4:41 pm

Stefano_A ha scritto:Che Perala abbia creato più un bailamme che altro definendo ogni singola popolazione di graeca alla stregua di un lignaggio evolutivamente significativo da "definirlo" con tanto di ufficialità tassonomica a rango specifico è finanche risibile, ordunque perché invece per le forme del serpentina-complex non hai ritenuto tale accorgimento altrettanto criticabile? Tutto qui. In definitiva non una critica a ciò che gli autori hanno proposto ma la richiesta di una spiegazione del perché una situazione l'hai intesa in un modo ed un'altra similare in maniera contraria

Ciao Alessandro, la mia domanda del primo post che non t'è chiara è stata da me riproposta nel mio ultimo e qui sopra citata: ossia, quello che chiedo ad Enrico, è relativo i canoni, i principi, i belief personali, insomma le sue convinzioni nel campo specifico che l'hanno portato ad operare delle scelte TRA tutte le proposte tassonomiche da lui stesso visionate (e me ne immagino DAVVERO parecchie!) per redigere la checklist messa a disposizione di tutti sul forum. Premesso che neppure io sia un biologo, né tantomeno un tassonomista dedito ad analisi bio-chimiche, etologiche o fenotipiche, quello per cui mi adopero a livello di mero appassionato di erpetofilia/erpetocultura (…giammai "erpetologia"…) è avere se non altro una coerenza di fondo nel capire ciò che allevo, ciò che acquisto, ciò che mi ritrovo insomma nella teca. E' un po' come andare da un concessionario per comprare un'auto, tornare a casa ed avere difficoltà a spiegare a chi lo chiedesse cosa uno s'è comprato. E' certamente vero che non serve di fatto sapere che auto si abbia per andarci in giro, usarla, ma è altrettanto vero che disconoscere il modello o le caratteristiche degli optional che vi sono montati sopra "potrebbe" avere una bella ricaduta sulle modalità d'utilizzo della stessa. Perciò, bandendo divagazione e parallelismi esemplificativi, tornando invece alla mia domanda che ora vi ripropongo, mi sembra di avere colto una (chiamiamola) sorta di "contraddizione" nello stabilire che l'originaria serpentina possa oggi splittarsi in altre specie, rispetto alla graeca che, al contrario, è stata "trattata" secondo un'ottica più conservatrice. Nel fare ciò NON voglio entrare nel merito degli Autori che hanno proposto tali rimaneggiamenti tassonomici ma... La mia domanda ad Enrico voleva essere solo uno spunto per un dibattito sui suoi principi tassonomici, gli stessi utilizzati per redigere la lista di specie (non credo che uno masochisticamente si imponga una tale "rogna" per sport ;-) e basta, no?!), dandogli magari così modo di spiegarsi con esempi e citazioni tratte dai lavori ai quali ha attinto le informazioni che lui stesso ha ritenuto più corretto rispetto alle altre. Ad esempio mi immaginavo, tanto per fare il primo esempio che mi viene in mente, che Enrico obiettasse alle mie osservazioni spiegandomi se (oppure invece no) gli Autori che hanno splittato la serpentina hanno utilizzato la stessa metodologia ed il medesimo Concetto di Specie di coloro che hanno ri-sussunto i diversi taxa del graeca-complex alla forma prototipica, senza nessun ulteriore riconoscimento di specie. Tutto insomma avrei voluto con il mio intervento tranne che creare un "fraintendimento" o un "non-intendimento" (orrido neologismo!).
Grazie

Avatar utente
Alessandro
Messaggi: 1257
Iscritto il: ven ott 30, 2009 5:43 pm
Località: Varese

Re: Le specie - lista completa e aggiornata

Messaggioda Alessandro » gio gen 13, 2011 4:58 pm

Grazie mille, sei stato gentilissimo e chiaro nella risposta.... ma adesso veditela con EDG : Chessygrin :, lui sicuramente conosce meglio di me la materia e saprà risponderti al meglio : Thumbup :

Avatar utente
Barbara
Messaggi: 9779
Iscritto il: mar mag 22, 2007 8:49 am
Località: Liguria La Spezia
Contatta:

Re: Le specie - lista completa e aggiornata

Messaggioda Barbara » gio gen 13, 2011 5:23 pm

Non entro nel merito della tassonomia perché da sempre odio quando cambiano genere o altro vedi le cuora-cistoclemmys che mi han fatto tribolare perché non sapevo più cosa scrivere : Lol : : Lol : : Lol :
Penso però Stefano che i tuoi interventi siano interessanti e di spunto proprio per confrontarsi su una tematica complessa e non certo chiara e ben definita come già si sta evidenziando : Smile :

Stefano_A
Messaggi: 540
Iscritto il: mar gen 16, 2007 1:08 pm

Re: Le specie - lista completa e aggiornata

Messaggioda Stefano_A » gio gen 13, 2011 6:44 pm

Certo Barbara ed il fatto che giustamente Enrico, come questi suoi passi dimostrano, ne sia consapevole e quindi pre-venuto proprio nei confronti delle possibilità di impelagarsi in una questione più "complicata" che, invece, "complessa", m'è parso il ghiotto invito a richiedere di esplicitare le modalità che l'hanno portato ad abbracciare "alcuni" studi piuttosto che "altri".

EDG ha scritto:Come molti sicuramente già sanno, la tassonomia che riguarda le tartarughe è tra le più complesse, dato che vengono aggiunte, sostituite o eliminate specie di anno in anno e da parte degli studiosi spesso è difficile trovare una linea di pensiero uniforme.


EDG ha scritto:sulle specie credo che sia giusto avere un'idea chiara. Sono arrivato a questo elenco prendendo come riferimento diverse fonti, al momento non è possibile trovarne una che corrisponda pienamente, dato che tutte bene o male presentano errori o smentite da parte di altri studiosi.

Avatar utente
EDG
Messaggi: 10715
Iscritto il: gio apr 20, 2006 8:17 pm
Località: Sicilia

Re: Le specie - lista completa e aggiornata

Messaggioda EDG » gio gen 13, 2011 7:45 pm

Ho dato più peso all'elevazione di alcune sottospecie di Chelydra serpentina piuttosto che di Testudo graeca, perchè sulle prime ci sono le checklist che "parlano", invece sulle seconde no : Wink :. Se riesci a trovarmi una checklist recente dove Testudo ibera viene riportata come specie allora si può rimettere in discussione, altrimenti io preferisco non considerarla. Questo non vuol dire che possibilmente una ibera non abbia maggiori requisiti per essere considerata una specie rispetto ad una acutirostris, ma devo fare riferimento a un "testo" (non so se mi spiego). Oggi la situazione è questa, domani probabilmente cambierà, ma fino ad allora...
Ultima modifica di EDG il gio gen 13, 2011 7:46 pm, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Non specificata
Enrico

Avatar utente
EDG
Messaggi: 10715
Iscritto il: gio apr 20, 2006 8:17 pm
Località: Sicilia

Re: Le specie - lista completa e aggiornata

Messaggioda EDG » mar lug 05, 2011 10:52 am

E' stata scoperta una nuova specie di Gopherus: http://www.sciencedaily.com/releases/20 ... 132555.htm
Enrico

Avatar utente
EDG
Messaggi: 10715
Iscritto il: gio apr 20, 2006 8:17 pm
Località: Sicilia

Re: Le specie - lista completa e aggiornata

Messaggioda EDG » lun nov 28, 2011 10:59 pm

Se siete interessati anche alle sottospecie possiamo discuterne sempre in questa discussione, basta scrivere quale vi interessa. Non le ho direttamente riportate tutte altrimenti le cose si complicano troppo dato che già è difficile stare dietro alle specie.
Enrico

Avatar utente
EDG
Messaggi: 10715
Iscritto il: gio apr 20, 2006 8:17 pm
Località: Sicilia

Re: Le specie - lista completa e aggiornata

Messaggioda EDG » lun mag 07, 2012 2:59 pm

Ho trovato la check list aggiornata al 2011 http://www.tartaclubitalia.it/images/ga ... Update.pdf .
Tra le novità più significative che riguardano le specie (che aggiornerò a breve) ci sono le seguenti:

- viene nuovamente accettata la specie Lissemys ceylonensis

- il termine fimbriatus viene cambiato in fimbriata quindi la specie diventa Chelus fimbriata

- marmorata e blandingii vengono incluse nel genere Emys, quindi Emys marmorata e Emys blandingii

- il genere Aspideretes viene incluso in Nilssonia, quindi ad esempio Aspideretes gangeticus diventa Nilssonia gangeticus

- il genere Macrochelodina viene incluso in Chelodina, quindi ad esempio Macrochelodina rugosa diventa Chelodina rugosa

- si conferma l'elevazione a specie delle sottospecie di Chelonoidis nigra ssp e Cuora galbinifrons ssp

Altre modifiche hanno coinvolto alcune Trachemys spp. del Centro-Sud-America, come adiutrix, callirostris, dorbigni, emolli, ornata, venusta, con sinonimi e scambi di sottospecie da una all'altra, ma la situazione è ancora provvisoria e soprattutto confusionaria, quindi è meglio lasciare queste come stanno, fino ad ulteriori aggiornamenti.
Ultima modifica di EDG il lun mag 07, 2012 10:39 pm, modificato 2 volte in totale.
Motivazione: Non specificata
Enrico


Torna a “Storia, arte, cultura”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti