Letargo Forzato mal gestito...

Beatarte
Messaggi: 2
Iscritto il: mar dic 19, 2017 10:36 am
Regione: lazio

Letargo Forzato mal gestito...

Messaggioda Beatarte » mar dic 19, 2017 10:49 am

Buongiorno a tutti,
vi scrivo per sottoporre un problema sul letargo. cresco le mie baby tarte da 20 anni e non ho mai fatto fare il letargo per i primi 2-3 anni. La cosa non ha mai avuto conseguenze critiche (malattie, morti, etc). Le tartarughe stavano bene e sono cresciute regolarmente.

Quest'anno mio padre, che le tiene a casa sua perché io sono spesso fuori, ha letto la vostra sezione e ha deciso che dovevano andare in letargo perché comunque le vedeva rallentate, risultato un paio di settimane fa le ha messe nelle scatole, interrate. Errore di gestione, non avendo un posto alla temperatura adeguata ha messo le scatole nella zona più fresca di casa, che comunque sta sui 17-18 gradi.

Quando l'ho scoperto ho evidenziato la criticità, soprattutto perché alcune (una baby piccolissima ed una che ha 2 anni) non ne volevano sapere di dormire (giustamente) quindi si era creata la situazione peggiore al buio e al freddo (non che le altre a dormire a quella temperatura stessero meglio visto che il metabolismo probabilmente non scende come servirebbe).

Problema ulteriore non vi è stato alcun controllo sul fatto che mangiassero o non mangiassero nelle settimane precedenti, perché non c'era l'intenzione di mandarle in letargo.

Ora io mi sono ripresa le bestiole, quelle sveglie (che poi si è scoperto essere 5) a questo punto mi organizzerò in qualche modo come fatto negli anni scorsi (luce UV, riscaldamento con mezzi adeguati, esposizione al sole quando possibile). Anche perché non è chiaro se qualcosa abbiano mangiato recentemente.

Per quanto riguarda quelle che apparentemente sembrano essere andate in "letargo" nonostante l'alta temperatura, permane il dubbio sul fatto di non aver fatto una preparazione adeguata. Posso organizzarmi per trovare un ambiente più freddo (anche se garantire che non scenda sotto i 5 gradi diventa un problema, il monitoraggio andava fatto prima e questo periodo è più freddo dello standard) ma non so se erano nello stato fisico corretto (digiuno, etc).

Chiedo un vostro parere, grazie.

Avatar utente
CARLINO
Messaggi: 217
Iscritto il: lun lug 07, 2008 3:29 pm
Località: Lombardia

Re: Letargo Forzato mal gestito...

Messaggioda CARLINO » mar dic 19, 2017 10:15 pm

Considerando la situazione come l'hai descritta secondo me converrebbe risvegliarle tutte e far saltare il letargo, dal momento che, non avendolo fatto già da due anni ,ormai il danno è fatto : saltando il letargo le tartarughe non muoiono e non hanno danni apparenti tranne una evidente piramidalizzazione ma hanno uno sviluppo anomalo anche degli organi interni. Le tatrtarughe che fanno il letargo sin dal primo anno di vita si sviluppano in modo più naturale , risultano più resistenti e vivono molto più a lungo .Il letargo deve avvenire in modo del tutto naturale all'aperto , le tartarughe non dovrebbero mai stare in casa, se allevate correttamente in un recinto e non in un terrario non avranno nessun problema causato da intervento umano.

Beatarte
Messaggi: 2
Iscritto il: mar dic 19, 2017 10:36 am
Regione: lazio

Re: Letargo Forzato mal gestito...

Messaggioda Beatarte » mar dic 19, 2017 10:38 pm

Grazie, io ho sempre fatto saltare i primi anni di letargo perché questo erano le direttive che venivano date (le mie prime “cucciole” hanno oltre 20 anni) ... e non avendo mai avuto problemi apparenti non ho mai messo in discussione la cosa. Per il futuro vedremo di stare più attenti.
Le tartarughe stanno tutte in giardino normalmente, le baby le ritiriamo con il freddo i primi 2 anni proprio per le errate direttive. Quelle grandi vanno regolarmente in letargo da sole...tutte tranne una...che ogni inverno mi fa impazzire perché non ci va mai...da oltre 30 anni...


Torna a “Sezione medica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron