Trachemys Morta

PilgrimJagger
Messaggi: 2
Iscritto il: lun ago 10, 2015 1:16 am
Regione: Calabria

Trachemys Morta

Messaggioda PilgrimJagger » lun ago 10, 2015 1:57 am

Salve, vi scrivo per raccontarvi la mia disavventura nella speranza di avere un qualche tipo di consolazione (anche) ma principalmente perchè possiedo delle trachemys e vorrei evitare di ripetere degli eventuali errori.
Tutto ebbe inizio qualche settimana fa, dopo una violenta ondata di caldo il tempo prese a precipitare con forti sbalzi di temperatura e grosse folate di vento, è stato proprio il vento (ora lo so) la mia rovina poichè non avendo ancora una sistemazione adatta per le mie piccoline ho dovuto lasciarle sul davanzale della finestra (con tutti gli accorgimenti necessari sia chiaro!) per poter prendere il sole. Il vento si manifestò combinazione una giornata in cui non ero a casa ma nella tranquillità di un tempo veramente ottimo e quel giorno non troppo caldo, purtroppo così non fu ed il vento forte fece ammalare la mia prima arrivata, una scripta elegans, di polmonite. Dal titolo del post sapete com'è andata purtroppo a finire, la piccolina mi ha lasciato oggi. Sostanzialmente Avevo dapprima notato l'inappetenza ma pensavo fosse normale dato l'avanzare della sua età e della mia inesperienza. Passa qualche giorno e faccio delle prove controllo delle cose escludo delle ipotesi ed arrivo alla conclusione che la piccola si fosse ammalata di polmonite, ma ovviamente non essendo veterinario non potevo esserne certo, la portai dal veterinario il quale mi disse di ritenere la piccola solo in carenza vitaminica poichè non avevo somministrato i gammarus ( io somministravo pesce insalata e frutta il tutto bollito!) mi consiglio di comprarli e se non avesse mangiato di tornare lunedi, sta di fatto che non mangiò e lo richiamai il lunedì seguente ma questa volta mi indico di andare da uno specialista in animali esotici. Raggiunto il luogo purtroppo il medico mi confermò la diagnosi di polmonite e di carenza vitaminica (dovuta però al fatto che non mangiasse da ormai un po troppo) gli somministrò della vitamina e le prescrisse un areosol di baytril. Purtroppo la piccola non mangiava ed era diventata davvero troppo magra e fui costretto a recarmi dal veterinario per nutrirla con omogeneizzato(su suo consiglio) il veterinario mi disse poi che se la piccola non avesse cominciato a mangiare dopo l'inizio della cura, sempre con un tempo necessario di attesa secondo lui di una settimana, avrei potuto tentare di nutrirla forzatamente con il pesce crudo ( le quantità uguali alla testa più o meno, ma gia lo sapevo). Praticamente il tempo è passato ma la piccola non ha mangiato,complessivamente per quasi venti giorni anche se il veterinario giovedì l'ha nutrita con l'omogeneizzato, purtroppo però ormai era davvero stremata teneva arti e testa a penzoloni e poggiati sulle parti della vaschetta, gli occhi semi chiusi e sofferenti, boccheggiava. Ho deciso quindi di provare a nutrirla seguendo i consigli del dottore cioè di inserire le quantita poco dopo la lingua e metterla in acqua così era costretta ad ingoiare; ci sono riuscito anche se con diversi tentativi, tante paure e dopo qualche vomitata ma anche se sono riuscito a controllare la gola, che era libera,la piccola ha cominciato a comportarsi in modo strano anche se inizialmente era tornata calma e normale proprio come prima anzi sembrava ripresa dal cibo, era più attenta ed arzilla, ha iniziato a volersi buttare in acqua a costo anche di capovolgersi, infatti sono stato costretto a spostarla diverse volte fino a che mi decisi di metterla in una vasca più piccola quindi mi sono alzato per andare in bagno e quando torno la trovo con la testa nell'acqua quindi la metto nella vaschetta piccola e mentre l'ho in mano la vedo ritrarsi nel guscio e addormentarsi piano piano, inizialmente credevo fosse normale dato lo stress della nutrizione forzata (anche se sono stato delicatissimo malgrado abbia vomitato) ma poi è rimasta così immobile per ore praticamente dalle 7 fino ad ora che vi scrivo, io per paura mi sono informato ed un chiaro segno di morte è appunto il rigor mortis che purtroppo nella piccola è presente. Ora sono qui a domandarmi se non abbia fatto qualcosa di sbagliato, forse non dovevo cotringerla a mangiare malgrado le quantita che le ho somministrato siano davvero poche cioè non poteva soffocare erano davvero pezzi troppo piccoli. Io ho seguito i consigli del veterinario che tuttavia mi aveva detto di ricorrere alla nutrizione forzata solo in caso estremo, io ho pensato che questo fosse il caso e quindi ci ho provato sembrava essere andata bene ma poi tutto è precipitato. Sono molto triste, io le volevo bene mi sono impegnato tanto e vederla morire così è stato davvero orribile. Io vorrei sapere se ho sbagliato qualcosa secondo voi,se potevo fare qualcosa, non lo so. Ripeto ho seguito tutti i consigli del veterinario, ho cambiato il terracquario, cominciato a dargli cibi crudi e non bolliti, gli facevo l'areosol, ho provato a nutrirla con l'omogeneizzato ma non potevo farglielo deglutire perchè lo sputava l'unica soluzione nella mia disperazione mi è sembrata questa ed il veterinario purtroppo è andato in ferie... Lui aveva detto che probabilmente non sarebbe sopravvissuta però io ci ho sperato... Non so ragazzi ditemi un pò voi non vorrei dovermi ritrovare nella stessa situazione e di essere di nuovo impotente...
: Cry :

Torna a “Sezione medica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 1 ospite