legislazione emys

velvet
Messaggi: 8
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:08 pm
Regione: veneto

Re: legislazione emys

Messaggioda velvet » sab mag 19, 2012 12:52 pm

Rucola ha scritto:
Agostino ha scritto:No, da agosto 2011 la competenza sulle Emys orbicularis è passata al Corpo Forestale dello Stato.

Ultimamente mi avevano ancora detto che non era di loro competenza, comunque settimana prossima sarò alla Forestale di Milano e chiederò conferma


Scusate ho letto meglio, la data del 16 agosto coincide con quella dell'entrata in vigore del D.Lgsv.121/2011, che ha introdotto nel codice penale l'art 727-bis, credo che pertanto a ciò ci si riferisca.
Siccome si tratta di una nuova ipotesi di reato, la competenza e di qualsiasi agente o ufficiale di Polizia Giudiziaria, quindi anche se si vuole della locale polizia municipale. Ovviamente la Forestale è in prima fila.
Il problema è quello, per certi versi analogo al traffico di stupefacenti, quello per per così dire della "modica quantità", e delle specie a cui è applicabile, che rende la norma di difficile interpretazione. Per questo la Forestale al momento brancola nel buio almeno secondo me.
Chiedevo lumi al riguardo, proprio per capire se qualcuno rivolgendosi alla Forestale avesse ricevuto, nell'incertezza attuale, delle indicazioni in merito .....
Ciao

Avatar utente
Agostino
Messaggi: 5288
Iscritto il: sab mag 21, 2005 9:06 am
Località: Emilia Romagna
Contatta:

Re: legislazione emys

Messaggioda Agostino » dom mag 20, 2012 9:55 pm

nel senso che sono loro che devono e possono fare controlli sulle Emys orbicularis, anche se ancora c'è molta confusione sull'argomento. Sicuramente nel dubbio faranno verbali........ questa è la "prassi".

Avatar utente
EDG
Messaggi: 10715
Iscritto il: gio apr 20, 2006 8:17 pm
Località: Sicilia

Re: legislazione emys

Messaggioda EDG » dom mag 20, 2012 10:23 pm

Agostino ha scritto:Sicuramente nel dubbio faranno verbali........ questa è la "prassi".

: Hurted :
Enrico

Avatar utente
Flavio
Messaggi: 2315
Iscritto il: mer mar 08, 2006 9:59 am
Regione: Piemote
Località: Piemonte
Contatta:

Re: legislazione emys

Messaggioda Flavio » lun mag 21, 2012 10:16 am

EDG ha scritto:
Agostino ha scritto:Sicuramente nel dubbio faranno verbali........ questa è la "prassi".

: Hurted :

E sicuramente l' atteggiamento farà a cazzotti con la tanto auspicata ricerca della legalità, quando si renderanno conto dei danni che stanno facendo, sarà ( ma ormai lo è già ) troppo tardi.
Da quaranta giorni a questa parte, stò frequentando, per motivi vari, due strutture sanitarie, conoscendo un sacco di persone.
Data la mia spiccata tendenza a socializzare, ( in pratica sono un impiccione )sommata la borsa "Carpisa" che mia moglie usa per trasportare magliette ed amenicoli vari che mi servono per la fisioterapia, ho conosciuto 18 (dico bene diciotto ) persone, possessori di tartarughe terrestri.
Ebbene su 18 persone, una sola ha una denuncia di possesso per due femmine di hermanni fatta nel 95, tutte le altre ( parecchi di cui riproducono e vendono o regalano sistematicamente in nero ) non hanno uno straccio di documento, anzi, chi aveva la possibilità di farli se ne è guardato bene.
A parte il sentirmi, se pur nella legalità, una pecora nera, mi chiedo il senso di aspettare la commissione scentifica, ( o meglio aspettare che trovino personale e benzina ) per venire a prelevare il DNA e certificare la mia seconda generazione, lo stesso vale per la spesa e lo sbattimento per l' inoculo di decine e decine di microchip.
Se poi considero che sul giornale locale ( da ben 4 anni in primavera ) appare l' annuncio del tipo che ha un incubatrice professionale e si presta alla gestione di uova di terrestri ( e combinazione schiudono in pochissime : Thumbup : : Thumbup : )
e nonostante le varie segnalazioni la cosa non cambia, mi chiedo ancor di più, che senso ha ??
Ultima modifica di Flavio il lun mag 21, 2012 10:18 am, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Non specificata

Avatar utente
EDG
Messaggi: 10715
Iscritto il: gio apr 20, 2006 8:17 pm
Località: Sicilia

Re: legislazione emys

Messaggioda EDG » lun mag 21, 2012 12:09 pm

Flavio ha scritto:A parte il sentirmi, se pur nella legalità, una pecora nera, mi chiedo il senso di aspettare la commissione scentifica, ( o meglio aspettare che trovino personale e benzina ) per venire a prelevare il DNA e certificare la mia seconda generazione, lo stesso vale per la spesa e lo sbattimento per l' inoculo di decine e decine di microchip.
Se poi considero che sul giornale locale ( da ben 4 anni in primavera ) appare l' annuncio del tipo che ha un incubatrice professionale e si presta alla gestione di uova di terrestri ( e combinazione schiudono in pochissime : Thumbup : : Thumbup : )
e nonostante le varie segnalazioni la cosa non cambia, mi chiedo ancor di più, che senso ha ??

Parole sante. Il problema è che si va da un eccesso all'altro, le vie di mezzo o le soluzioni più "razionali" non vengono prese in considerazione. A quanto pare la maggior parte delle persone che ha tartarughe (in cites) in Italia le ha senza documenti, e invece di "premiare" o agevolare chi ai tempi si è messo in regola, pensano solo a complicare la situazione. Il paradosso è che fanno quasi pentire di essere nella "legalità" : Eeek : , perchè chi ha tutto in nero non risulta registrato da nessuna parte e di sicuro rischia di meno, non essendo soggetto a controlli, a dichiarare nascite e decessi, analisi del Dna, microchip, eccetera, eccetera...

Con le Emys è una situazione simile. Io ad esempio le ho prese nate in cattività e con tanto di documenti (dichiarazione ai fini cites, anche se la specie non è in cites), ma possibilmente se in futuro avrò delle nascite e vorrò denunciarle c'è il rischio di prendermi un verbale (spero di no, ma staremo a vedere) perchè non è chiaro di chi è la competenza per questa specie e se si può o meno detenere. E nel frattempo in internet è pieno di annunci di vendita di Emys palesemente bracconate, e chi mette questi annunci sembra che non corre alcun rischio.
E' vero che nessuno mi ha obbligato a prendere le Emys, ma essendo l'unica specie acquatica autoctona in Italia è comprensibile che per un appassionato di tartarughe "attira" (che senso ha allevare tartarughe americane, asiatiche o africane se poi nemmeno si conosce la "nostra"). L'importante è lasciare gli esemplari in natura dove stanno, questo è fuor di dubbio, ma se c'è chi in Italia detiene e riproduce legalmente questa specie (la Forestale glielo ha concesso!), ormai non si può mettere in dubbio se questi esemplari nati in cattività si possono realmente detenere.
Enrico

Avatar utente
Agostino
Messaggi: 5288
Iscritto il: sab mag 21, 2005 9:06 am
Località: Emilia Romagna
Contatta:

Re: legislazione emys

Messaggioda Agostino » lun mag 21, 2012 12:47 pm

Il problema sulle Emys orbicularis è che dal 16 agosto 2011 è stata fatta una legge(che per altro non sono ancora riuscito a trovare e leggere) che ne vieta la cattura e detenzione e da competenza di controllo al CFS, senza specificare come si deve comportare chi già ne ha regolarmente denunciate e nate in cattività; infatti a me al TARTARUGHE BEACH 2011 mi fu fatto un verbale di accertamento in quanto la forestale non sapeva come comportarsi con gli esemplari nati in cattività e per altro già denunciati anche a loro.
Ora sono all'estero, ma al ritorno cercherò di chiarire questa ulteriore assurda situazione.

velvet
Messaggi: 8
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:08 pm
Regione: veneto

Re: legislazione emys

Messaggioda velvet » lun mag 21, 2012 1:52 pm

[quote="velvet"]......, la data del 16 agosto coincide con quella dell'entrata in vigore del D.Lgsv.121/2011, che ha introdotto nel codice penale l'art 727-bis, credo che pertanto a ciò ci si riferisca.
Siccome si tratta di una nuova ipotesi di reato, la competenza e di qualsiasi agente o ufficiale di Polizia Giudiziaria, quindi anche se si vuole della locale polizia municipale. Ovviamente la Forestale è in prima fila.
Il problema è quello, per certi versi analogo al traffico di stupefacenti, quello per per così dire della "modica quantità", e delle specie a cui è applicabile, che rende la norma di difficile interpretazione. Per questo la Forestale al momento brancola nel buio almeno secondo me.quote]

Mi autocito la norma in questione è il D.Lgsv.121/2011, http://www.altalex.com/index.php?idnot=53428 come da citazione non v'è al momento un organo competente di riferimento, essendo la detenzione di una Emys fatto in potenza penalmente rilevante ed investendo in tal senso un qualsiasi organo di polizia giudiziaria.
Visto il dettato normativo dubito che possano fare verbali a rotta di collo, perchè almeno per il momento non vedo come possano motivarli adeguatamente, almeno quando si tratti obiettivamente di pochi individui, alla luce del passaggio "....salvo i casi in cui l’azione riguardi una quantita’ trascurabile di tali esemplari e abbia un impatto trascurabile sullo stato di conservazione della specie."
Circa l'atteggiamento della Forestale, chi è il fortunato possessore di un documento della forestale extra-cites che in qualche maniera nè attesti la provenienza in cattività parrebbe possa stare tranquillo; infatti ho parlato con qualcuno che in regione veneto ha tali attestati, e che per ovvia riservatezza non cito, per quanto mi ha detto nel corso di una mostra in campania la forestale s'è accontentata.

Avatar utente
Flavio
Messaggi: 2315
Iscritto il: mer mar 08, 2006 9:59 am
Regione: Piemote
Località: Piemonte
Contatta:

Re: legislazione emys

Messaggioda Flavio » lun mag 21, 2012 2:24 pm

Il problema di fondo è che se decido di coltivare la passione, discutibile fin che si vuole, di allevare tartarughe, non sò a che cosa vado incontro, e la bomba ad orologeria che ho in tasca, ha un innesco strettamente dipendente da chi, dove e per che motivazione lo interpello, o lo incontro.
Paradossalmente se domani mi metto a coltivare cannabis, ho più certezze sui rischi e sulle pene, mi rendo conto che dette da un moderatore certe frasi potrebbero essere eccessive, ma più il tempo passa, più vedo che la soluzione ai problemi ristagna o si aggrava.

Avatar utente
EDG
Messaggi: 10715
Iscritto il: gio apr 20, 2006 8:17 pm
Località: Sicilia

Re: legislazione emys

Messaggioda EDG » lun mag 21, 2012 3:14 pm

velvet ha scritto:Circa l'atteggiamento della Forestale, chi è il fortunato possessore di un documento della forestale extra-cites che in qualche maniera nè attesti la provenienza in cattività parrebbe possa stare tranquillo;

Agostino ha scritto:a me al TARTARUGHE BEACH 2011 mi fu fatto un verbale di accertamento in quanto la forestale non sapeva come comportarsi con gli esemplari nati in cattività e per altro già denunciati anche a loro.

Flavio ha scritto:la bomba ad orologeria che ho in tasca, ha un innesco strettamente dipendente da chi, dove e per che motivazione lo interpello, o lo incontro.
Enrico


Torna a “Sezione normativa”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti