Nuove proposte del TCI

Avatar utente
Flavio
Messaggi: 2315
Iscritto il: mer mar 08, 2006 9:59 am
Regione: Piemote
Località: Piemonte
Contatta:

Messaggioda Flavio » gio nov 13, 2008 4:11 pm

Giudico le proposte ineccepibili, certo sarebbe bello poter avere un confronto con persone informate in materia di rettili e non magari di pappagalli o zanne d'elefante, o quanto meno poter ribattere non dico con una comunità scentifica privata ma con persone che possano risultare credibili. Ottimisticamente Zaia mi sembra una persona colta e disponibile, ma questo lo vedremo più avanti.
Di sicuro c'è il fatto che se uno può ottenere i documenti Cites con facilità, quasi certamente non dovrà diventare un "solito furbo"
Poi stà faccenda di indicare la famosa mostra di Cesena come il male assoluto comincia a diventare un pò ripetitiva, certo si farà fatto del commercio illegale, ma da chi a casa in giardino ha le tarte che fanno le uova! proviamo un pò ad indagare sui cites stranieri quanto sono taroccati, proviamo ad andare a Torino in piazza Castello e chiedere al primo marocchino e vedee se non le procura, e questo penso in tutte le grandi città, del resto le baulate mica le portano per farci il brodo, altra possibilità e quella di andare 3/4 volte nel solito negozio di animali, tanto per farsi conoscere un pò e poi chiedere, certo il Tartabeac e bello grosso ed in vista spariamogli sopra che non si sbaglia.
Per quanto riguarda il microcip ne ho sentita una ieri sera, ma aprirò una discussione mirata.

Avatar utente
Ale
Messaggi: 2336
Iscritto il: sab apr 29, 2006 6:08 pm

Messaggioda Ale » gio nov 13, 2008 6:26 pm

Quindi, in base al punto 4, si avrebbe di nuovo la possibilità di cedere le wild da un proprietario all'altro? Ho capito bene?

Avatar utente
simon@
Messaggi: 11361
Iscritto il: dom ago 21, 2005 3:59 am

Messaggioda simon@ » gio nov 13, 2008 8:55 pm

Citazione:
Messaggio inserito da Ale

Quindi, in base al punto 4, si avrebbe di nuovo la possibilità di cedere le wild da un proprietario all'altro? Ho capito bene?


Mah... mi sembra un po' azzardato...forse si tratta di chiedere la D per avere la C o la F

Avatar utente
Agostino
Messaggi: 5288
Iscritto il: sab mag 21, 2005 9:06 am
Località: Emilia Romagna
Contatta:

Messaggioda Agostino » gio nov 13, 2008 9:24 pm

Da quel che ho capito è possibile chiedere lo spostamento definitivo(ex cessione gratuita) di qualsiasi tarta; poi è da vedere se te lo concedono !
In fondo se qualcuno non le può più detenere ti dovranno permettere di farlo , no ?

Avatar utente
Barbara
Messaggi: 9779
Iscritto il: mar mag 22, 2007 8:49 am
Località: Liguria La Spezia
Contatta:

Messaggioda Barbara » ven nov 14, 2008 12:03 am

Citazione:
Messaggio inserito da simon@

Citazione:
Messaggio inserito da Ale

Quindi, in base al punto 4, si avrebbe di nuovo la possibilità di cedere le wild da un proprietario all'altro? Ho capito bene?


Mah... mi sembra un po' azzardato...forse si tratta di chiedere la D per avere la C o la F



La fonte D sostituisce l'attuale fonte C, non ne conosco le ragioni ma è così ;)

Avatar utente
simon@
Messaggi: 11361
Iscritto il: dom ago 21, 2005 3:59 am

Messaggioda simon@ » ven nov 14, 2008 7:18 am

Vero, vero...è bello sapere che noi facciamo i salti mortali per capirci qualcosa e poi...sembra facciano il gioco delle tre carte e improvvisamente ti mettono lì un'altra magica letterina, come se già W, F ( che poi è "non conforme..." in certi moduli e "nato in cattività" in altri) e C non ci avessero già messo in confusione abbastanza:D
E neanche viene ben spiegato il perchè!( della nuova letterina, dico)
La mia preoccupazione è che l'alfabeto ne ha altre 22 da poter sfruttareB)

Avatar utente
Barbara
Messaggi: 9779
Iscritto il: mar mag 22, 2007 8:49 am
Località: Liguria La Spezia
Contatta:

Messaggioda Barbara » ven nov 14, 2008 7:39 am

E speriamo che le altre 22 le dimentichino :D:D:D altrimenti sai che confusione :), come se non ne avessimo già abbastanza V

Avatar utente
paolotarta
Messaggi: 61
Iscritto il: sab giu 04, 2005 4:45 pm
Località: Veneto

Messaggioda paolotarta » ven nov 14, 2008 4:17 pm

Speriamo bene!!
La proposta è a parer mio molto ragionevole, speriamo lo sia anche per i nostri interlocutori.
Lunedì ho un appuntamento con il responsabile CITES di VR, vediamo che cosa dice.
Ciao
Paolo

Avatar utente
Ale
Messaggi: 2336
Iscritto il: sab apr 29, 2006 6:08 pm

Messaggioda Ale » ven nov 14, 2008 8:58 pm

Citazione:
Messaggio inserito da Agostino

Da quel che ho capito è possibile chiedere lo spostamento definitivo(ex cessione gratuita) di qualsiasi tarta; poi è da vedere se te lo concedono !
In fondo se qualcuno non le può più detenere ti dovranno permettere di farlo , no ?



...parlando con un'allevatrice, è venuto fuori che le wild effettivamente non possono più cambiare proprietario a vita, però il domicilio in cui si detengono si, e non è richiesta necessariamente una corrispondenza tra il lugo di detenzione delle tarte e il domicilio del proprietario (insomma, l'importante è che la forestale sappia, in base ai doc, dove risiedono le tarte, che avranno sempre lo stesso prprietario). Non so se mi son spiegato.:I
Vi trovate??

Avatar utente
Agostino
Messaggi: 5288
Iscritto il: sab mag 21, 2005 9:06 am
Località: Emilia Romagna
Contatta:

Messaggioda Agostino » sab nov 15, 2008 2:57 pm

I moduli di domanda di spostamento definitivo non parlano di esemplari W, F o altro, quindi presumo si possa richiedere per qualsiasi tarta, ma come già detto a breve arriveranno dei chiarimenti.

Avatar utente
n/a15
Messaggi: 1477
Iscritto il: mer lug 06, 2005 12:19 am

Messaggioda n/a15 » mer dic 03, 2008 12:49 pm

leggo oggi dell'interessamento del ministero degli esteri (addirittura) per metter mano alle "mascalzonate" (così le hanno definite) perpetuate nella tratta dei cuccioli dall'est europeo. l'iniziativa di per se è ottima, ma mi sorge una domanda. se ci si propone oggi di risolvere una cosa a dir poco vergognosa come quella (cioè si inizia oggi, non è risolta...)che si trascina da anni: quanto tempo dovremo spettare noi perchè qualcuno si interessi alla nostra causa ?????????????????

Avatar utente
KATIA
Messaggi: 18
Iscritto il: lun dic 22, 2008 3:01 pm
Località: Toscana

Messaggioda KATIA » mar dic 30, 2008 3:35 pm

Spero proprio che prendano in considerazione questa tua proposta...sennò chiamiamo Striscia!
Non sò in quanti contribuenti sarebbero felici di pagare una commisione medica o delle analisi del DNA, solo per spostare una tartaruga.
Credo che il loro intento sia quello di tirar su soldi!!!
Ciao e in bocca al lupo! ... Speriamo che il 2009 sia un anno più intelligente del 2008...e tante tante tartarughine a tutti! ....NO, è meglio di no! Ci ammazzeremo con i CITES... Buon anno a tutti, Katia.

Avatar utente
adriana1
Messaggi: 1631
Iscritto il: mar giu 07, 2005 9:35 pm
Località: Toscana

Messaggioda adriana1 » mer apr 01, 2009 3:20 pm

Citazione:
Messaggio inserito da Agostino

Attendiamo la convocazione dal Ministro Luca Zaia e domani inviamo la richiesta di incontro con la ministra Stefania Prestigiacomo.

Purtroppo il problema deriva anche dal fatto che all'interno della Commissione Scientifica non vi sono le associazioni di categoria e spesso le decisioni sono prese da persone non qualificate.



è già da molto che attendiamo che il ministro Zaia o qualche altro per lui sia disposto ad ascoltarci, non sarebbe buono fare tutti assieme una dimostrazione a Roma per farsi sentire e vedere che siamo in tanti con il problema delle tartarughe. Stanno per fare le uova e molti di noi non le faranno nascere e questo non mi sembra il modo di proteggere le tartarughe

Avatar utente
simon@
Messaggi: 11361
Iscritto il: dom ago 21, 2005 3:59 am

Messaggioda simon@ » mer apr 01, 2009 3:54 pm

Come ha detto Adriana, siamo arrivati ad Aprile, si parlava di Zaia da novembre...che è successo, nel frattempo?

Avatar utente
beppe56
Messaggi: 141
Iscritto il: mer ott 01, 2008 12:34 pm
Località: Piemonte

Messaggioda beppe56 » mer apr 01, 2009 4:08 pm

Mi associo a quanto detto da Adriana e Simona.
Ciao


Torna a “Sezione normativa”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron